rotate-mobile
Indagini / San Giovanni Gemini

Brucia l'auto di una casalinga: cause non chiare, avviate le indagini

Non è escluso – ma non ci sono certezze istituzionali al riguardo – che i carabinieri possano già aver verificato l’eventuale presenza di impianti di videosorveglianza presenti nell’area

Brucia l’autovettura, una Mercedes, di proprietà di una casalinga di 43 anni. E’ accaduto in via Santa Rita a San Giovanni Gemini dove, una volta scattato l’allarme, si sono precipitati i vigili del fuoco di Mussomeli e i carabinieri della locale stazione. I pompieri, idranti alla mano, hanno cercato di salvare il salvabile, ma la vettura è, di fatto, andata distrutta.

A ruota, pompieri e militari dell’Arma – coordinati dal comando compagnia di Cammarata – si sono occupati del cosiddetto sopralluogo di rito. Verifiche e accertamenti per stabilire cosa effettivamente abbia innescato la scintilla iniziale. Le cause del rogo non sono risultate essere chiare. Ieri si parlava infatti di “cause ancora in corso di accertamento”. Nessuna ipotesi investigativa, di fatto, veniva privilegiata, né tantomeno scartata. Servirà verosimilmente del tempo per mettere dei punti fermi nelle indagini e stabilire cosa abbia fatto divampare le fiamme. Non è escluso – ma non ci sono certezze istituzionali al riguardo – che i carabinieri possano già aver verificato l’eventuale presenza di impianti di videosorveglianza presenti nell’area.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia l'auto di una casalinga: cause non chiare, avviate le indagini

AgrigentoNotizie è in caricamento