rotate-mobile
La sentenza / Sambuca di Sicilia

"Non era lavoro nero": il tribunale annulla sanzione ad azienda vitivinicola

Nell’agosto del 2020, durante controlli dell’Ispettorato del lavoro e dei carabinieri, vennero trovati sette lavoratori intenti a vendemmiare

La sanzione da 25.200 euro non va pagata perché "non era lavoro nero". Il tribunale di Sciacca, accogliendo il ricorso proposto dall’avvocato Santo Botta in difesa del titolare di una azienda agricola di Sambuca di Sicilia attiva nel settore vitivinicolo, ha condannato l’Ispettorato del lavoro di Agrigento al pagamento delle spese legali.

I fatti risalgono all’agosto 2020 quando, nel corso dei controllo effettuati dall’Ispettorato del lavoro di Agrigento e dai carabinieri del nucleo per la Tutela del lavoro, venivano trovati sul fondo dell’azienda agricola sambucese sette lavoratori intenti a vendemmiare. L’Ispettorato territoriale del lavoro d’Agrigento emise quindi una ordinanza-ingiunzione di pagamento in virtù di una presunta violazione di norme in materia di rapporti di lavoro con i propri dipendenti, che a dire dell’Ispettorato sarebbero stati avviati al lavoro senza effettuare la preventiva comunicazione di assunzione (si sarebbe trattato di lavoratore in nero).

Contro questa ordinanza-ingiunzione è insorta l’azienda agricola sambucese con il patrocinio dell’avvocato Santo Botta deducendo la carenza dei presupposti di fatto e di diritto per l’emissione dell’ordinanza, l'inesistenza della condotta e la violazione della disciplina sanzionatoria. L’Ispettorato del lavoro di Agrigento si è costituito in giudizio ribadendo la legittimità della maxi sanzione e l’infondatezza delle tesi avversarie. Il tribunale di Sciacca, accogliendo l’opposizione avanzata dall’azienda agricola, ha deciso in favore del datore di lavoro annullando l’ordinanza impugnata e condannando l’Ispettorato al pagamento delle spese processuali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non era lavoro nero": il tribunale annulla sanzione ad azienda vitivinicola

AgrigentoNotizie è in caricamento