rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Avviate indagini / Sambuca di Sicilia

Le fiamme aggrediscono il capannone di un'azienda agricola: danneggiati macchinari e attrezzature

Il danno economico, che l’azienda agricola ha subito, non è stato, non ancora, quantificato nell’esatto ammontare, ma si preannuncia ingente anche perché lo stesso capannone è rimasto pesantemente danneggiato e forse è, addirittura, inutilizzabile

Scoppia l’incendio e le fiamme aggrediscono il capannone di un’azienda agricola dove erano custoditi un trattore gommato, una imballatrice, una seminatrice, uno spandiconcime e un numero indefinito di balle di fieno. Tutto è, inevitabilmente, andato perso, distrutto, divorato dal rogo divampato per cause non chiare. Il danno economico, che l’azienda agricola ha subito, non è stato, non ancora, quantificato nell’esatto ammontare, ma si preannuncia ingente anche perché lo stesso capannone è rimasto pesantemente danneggiato e forse è, addirittura, inutilizzabile.

A provare a circoscrivere le fiamme e a salvare il salvabile sono stati, durante la notte, i vigili del fuoco del distaccamento di Santa Margherita Belice. A dar loro man forte anche i colleghi arrivati da Corleone. Dell’attività investigativa, adesso, si stanno occupando i carabinieri di Sambuca di Sicilia, coordinati dal comando compagnia di Sciacca. A chiamare i militari dell’Arma è stato un cinquantenne pastore, il fratello del proprietario del terreno e dell’azienda agricola.

I militari dell’Arma – come procedura investigativa esige – hanno già sentito entrambi: sia il pastore cinquantenne che ha, appunto, dato l’allarme telefonicamente, che il proprietario dell’azienda: un quarantaquattrenne.

Non è chiaro, si parla infatti di “cause ancora in corso d’accertamento”, cosa abbia determinato la scintilla iniziale che però, a quanto pare, non è scoppiato nel capannone agricolo, ma sul terreno e che si è poi propagato fino ad arrivare alla struttura che ospitava mezzi agricoli e balle di fieno. I vigili del fuoco, stando a quanto è trapelato, non si sono pronunciati e spetterà dunque all’attività investigativa dei carabinieri di Sambuca di Sicilia mettere dei punti fermi sulle cause. Non è chiaro inoltre, o comunque non è stato reso noto, se il danno che l’azienda agricola ha subito – che si preannuncia appunto veramente ingente – sia o meno coperto da polizza assicurativa.

Non è più tempo di incendi sterpaglie, le temperature si sono infatti notevolmente abbassate. Spetterà comunque ai militari dell’Arma provare a capire in che condizioni fosse l’appezzamento di terreno dell’azienda agricola. Ci vorrà però, verosimilmente, del tempo per fare in modo che accertamenti e indagini progrediscano e riescano, laddove possibile, a fare veramente chiarezza sulla natura del rogo. Per intanto, l’azienda agricola – di proprietà del quarantaquattrenne di Sambuca di Sicilia – è, di fatto, visto tutti i macchinari e attrezzature che sono andati irrimediabilmente persi, in serie difficoltà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le fiamme aggrediscono il capannone di un'azienda agricola: danneggiati macchinari e attrezzature

AgrigentoNotizie è in caricamento