rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
La sentenza / Sambuca di Sicilia

"Ha perseguitato il suo ex datore di lavoro per ottenere il credito vantato": condannato

Secondo l’accusa, in un’occasione avrebbe colpito la persona offesa con una testata e causato danni al computer, alla macchina da caffè e ad altri beni dell’officina

Il giudice monocratico del tribunale di Sciacca, Dino Toscano, ha condannato ad un anno e un mese - per atti persecutori nei confronti dell’ex datore di lavoro - un cinquantacinquenne di Sambuca di Sicilia. A carico del 55enne anche anche il risarcimento alla parte civile di 2.500 euro oltre alle spese relative alla costituzione in giudizio liquidate in 1.700 euro.

L’imputato era accusato d'aver minacciato il suo ex datore di lavoro di distruggergli l’officina e di danneggiamento e percosse. La richiesta era di corrispondergli un credito vantato. Secondo l’accusa, in un’occasione avrebbe colpito la persona offesa con una testata e causato danni al computer, alla macchina da caffè e ad altri beni dell’officina. I fatti per i quali si è celebrato il processo si riferiscono al 2016. La difesa ha sostenuto l’estraneità dell’imputato ai fatti contestati. Il tribunale di Sciacca, in composizione monocratica, lo ha condannato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ha perseguitato il suo ex datore di lavoro per ottenere il credito vantato": condannato

AgrigentoNotizie è in caricamento