menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Salvatore Moncada

Salvatore Moncada

Un "Regalo di Natale", Moncada: "Agrigento? Ha delle lacune, ma possono essere colmate"

Il presidente della Fortitudo, ha "presentato" l'evento alla stampa. Un "concertone" che si terrà al PalaMoncada

E' stato ufficialmente presentato, l’evento “Regalo di Natale - Concerto per Agrigento”, che si terrà al PalaMoncada il 30 dicembre alle 20 e 30.

Un grande show musicale che vedrà sul palco la cantante Desirè Capaldo accompagnata dall’Orchestra Giovanile Mediterranea di Palermo, ma soprattutto un’occasione che la società e la fondazione vogliono promuovere per la città.

La Fortitudo Agrigento e AGire Insieme, infatti, hanno invitato tutti gli agrigentini a proporre delle iniziative da realizzare ad Agrigento, qualcosa che resti alla città e che possa rappresentare autenticamente un momento di progresso, fare qualcosa per rendere "Agrigento più bella e innescare un circolo virtuoso di idee e progetti. Idee che potranno essere proposte sfruttando la rete come strumento per condividere suggerimenti e progetti, in maniera trasparente e 'orizzontale', e che gli stessi cittadini potranno votare, per scegliere il progetto che sarà realizzato grazie al ricavato del concerto (per un valore massimo di 15mila euro)".

L'INTERVISTA

"Questa è l’occasione di regalare alla città un bellissimo evento a cavallo tra Natale e Capodanno - ha detto Moncada, nel corso della conferenza stampa -  in cui avremo il piacere di ascoltare una giovane artista con una splendida voce, capace di andare a imporsi all’estero e ottenere riconoscimenti importanti, e un’orchestra di giovani talenti siciliani che non mancherà di farsi apprezzare. Sarà uno show interamente a carico della Fortitudo Agrigento e della Fondazione AGire Insieme, abbiamo perciò deciso che l’incasso sarà devoluto alla realizzazione di un progetto per la nostra città. Vorrei che fosse la collettività agrigentina a indicarci dei progetti da realizzare, questo è il senso e la finalità dell’iniziativa, attraverso gli strumenti che sono quelli della rete, ovvero i social network e scrivendoci via email. E’ un modo diverso per creare una ‘socialità condivisa’, spero di veder emergere da parte delle persone idee che possano servire al futuro della nostra città. Agrigento ha delle lacune che possono essere colmate, ma anche delle grandissime potenzialità che con con l’impegno e l’entusiasmo di tutti, ognuno nel suo piccolo e nel suo ruolo, possono essere sfruttate”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento