Cronaca

Soccorso e salvataggio in mare, rinnovata intesa fra Capitaneria e Croce rossa

L’intervento congiunto oltre a fornire assistenza alle persone che necessitano di cure sanitarie, vedrà impegnato il personale in periodiche esercitazioni per garantire un costante aggiornamento e il mantenimento degli standard operativi di intervento

Da sx: Angelo Vita e Gennaro Fusco

Serve per aumentare le possibilità di salvezza in caso di incidenti marittimi. Serve per assicurare, quindi, il soccorso e il salvataggio in mare. E' il protocollo d'intesa fra Capitaneria di porto di Porto Empedocle e Croce Rossa italiana che è stato rinnovato. A siglare il documento è stato il comandante della Guardia costiera: capitano di fregata Gennaro Fusco e il presidente del comitato provinciale della Croce Rossa Italiana: Angelo Vita.

Il protocollo d’intesa prevede che, nel periodo estivo, il personale della Croce rossa Italiana intervenga a bordo della motovedetta Sar – adibita al soccorso e salvataggio in mare, in servizio 24 ore su 24 – o a bordo del mezzo nautico della Croce Rossa eventualmente disponibile, in operazione congiunta con l’unità navale della Guardia costiera, in attività di soccorso in mare.  L’intervento congiunto oltre a fornire assistenza alle persone che necessitano di cure sanitarie in mare, vedrà impegnato il personale in periodiche esercitazioni per garantire un costante aggiornamento e il mantenimento degli standard operativi di intervento.

Nel documento, inoltre, viene stabilito che la Croce Rossa Italiana e la Guardia Costiera potranno scambiare le proprie competenze professionali, svolgendo corsi di addestramento al personale dell’altro ente, allo scopo di migliorare il livello di formazione degli equipaggi e degli operatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soccorso e salvataggio in mare, rinnovata intesa fra Capitaneria e Croce rossa

AgrigentoNotizie è in caricamento