rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Il provvedimento

Approvato il "Salva Sicilia": per la Regione ok allo spalma debiti, da Roma fondi contro il caro voli

C'è il via libera all'emendamento nella commissione Bilancio della Camera. La soddisfazione di Calderone (Forza Italia): "Ho sentito forte il dovere di fare qualcosa per risolvere una situazione difficile per la mia Regione ". Schifani: "Bel gioco di squadra"

La Commissione Bilancio della Camera presieduta da Giuseppe Mangialavori di Forza Italia ha approvato il cosiddetto emendamento "Salva Sicilia". Così come sancito dall'emendamento appena approvato, la Regione Siciliana è autorizzata a ripianare in quote costanti, in dieci anni a decorrere dall'esercizio 2023, il disavanzo 2018 e le relative quote di disavanzo non recuperate alla data del 31 dicembre 2022. Tecnicamente la norma è entrata nel maxiemendamento alla legge di Stabilità  nazionale e mira a spalmare in dieci anni, anziché in tre, il disavanzo di 866 milioni contestato dalla Corte dei Conti. E le proteste contro il "caro voli" di queste settimane si sono fatte sentire, perché nella stessa commissione è stato approvato un emendamento che stanzia dei fondi per attenuare i disagi per chi deve spostarsi dalla Sicilia o dalla Sardegna.

Sì al "Salva Sicilia"

Tommaso Calderone, deputato nazionale di Forza Italia, aveva presentato un emendamento mirato a spalmare in dieci anni, anziché in tre, il debito di 866 milioni di euro contestato dalla Corte dei Conti, in modo da risolvere tutti i problemi finanziari della Regione. L'emendamento è stato riscritto dai relatori, tra cui l'onorevole Roberto Pella di Forza Italia, primo firmatario. "Grazie al lavoro sinergico con il Governo Regionale - ha affermato Calderone - è stato possibile salvare la Sicilia. Ho sentito forte il dovere di fare qualcosa per risolvere una situazione difficile per la mia Regione che avrebbe avuto pesanti ricadute su tutti i siciliani e siamo riusciti, con l'approvazione dell'emendamento a risolvere i pressanti problemi finanziari della Regione. Ringrazio la Commissione Bilancio, con in testa il Presidente Mangialavori e il mio partito per l'impegno sinergico che ha portato a questo importante risultato".

Caro voli

Inoltre per promuovere le misure necessarie a rimuovere gli svantaggi derivanti dall’insularità è istituito presso il Mit un apposito fondo per garantire un "completo ed efficace sistema di collegamenti aerei da e per la Sicilia e da e per la Sardegna" con una dotazione di 5 milioni per il 2023 e 15 milioni dal 2024. Questo quanto prevede un emendamento riformulato alla manovra approvato dalla commissione Bilancio della Camera. Le disposizioni si applicano ai cittadini residenti nelle regioni Sicilia e Sardegna. Per Schifani "grazie a un gioco di squadra del centrodestra si è evitato un grave problema per la Regione, dovuto a dubbi interpretativi più che a reali emergenze finanziarie. Andiamo avanti, il caro voli è il prossimo problema da risolvere". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato il "Salva Sicilia": per la Regione ok allo spalma debiti, da Roma fondi contro il caro voli

AgrigentoNotizie è in caricamento