rotate-mobile
Cronaca

Presentata la fiction "Salone di Girgenti", il regista: "Un prodotto unico"

Quattro episodi ambientati nella Girgenti di fine anni '50. Scritto e diretto da Massimo Puglisi, musica di Graziano Musotto e prodotto da Tva, in collaborazione con la Regione siciliana e la Sicilia Film Commission. Un bando aperto dal 2009, con circa 250 candidati. Tra questi scelta la fiction "made in Agrigento"

"Il Salone di Girgenti": una produzione di Televideo Agrigento. Una fiction voluta dalla rete locale agrigentina, un prodotto che dopo anni è riuscito a concrettizzarsi. E' stata presentata nel tardo pomeriggio di ieri, la nuova fiction agrigentina "Salone di Girgenti". A Casa Sanfilippo attori e regista hanno dato appuntamento per presentare l'ultima opera agrigentina.

Quattro episodi ambientati nella Girgenti di fine anni '50, ma soprattutto nel ruolo fondamentale che un tempo aveva il salone dei barbieri. Scritto e diretto da Massimo Puglisi, musica di Graziano Musotto e prodotto da Tva, in collaborazione con la Regione siciliana e la Sicilia Film Commission. Un bando aperto dal 2009, con circa 250 candidati, tra questi scelta la fiction made in Agrigento.

"Sono soddisfatto di quello che siamo riusciti a fare. Con il nostro contributo - ammette il regista Puglisi - la Medusa riesce forse a far mangiare per un giorno il cast, noi siamo riusciti ad andare avanti 5 mesi. Abbiamo fatto rivivere la realtà degli anni dove il salone del barbiere era un posto di ritrovo, dove lo stesso era anche uno studio dentistico. E' una fiction da guardare in casa, a tavola con i propri figli. Si, credo che il significato si possa capire solo essendo nell'ambiente famiglia. Mi è piaciuto il fatto - continua il regista - di aver fatto partecipare chi anche non è un attore di professione".

Gli interpreti principali della fiction sono: Nino Seviroli, Luigi Corbino, Giugiù Gramaglia, Pippo Alvaro, Alfonso Marchica, Giovanni Moscato, Maria Fantauzzo, Carnelo Rappisi. Gli editori di Tva, parlano anche di un importante sforzo economico. "Lo abbiamo fatto con piacere, non pensando all'aspetto economico - dice Licausi. Abbiamo completanto un prodotto molto importante".

"Non abbiamo nulla da invidiare ai colossal - ammette Cantella - i miei amici che hanno visto il trailer, lo paragonano all'ultimo film di Ficarra e Picone. Sono orgoglioso di quello che siamo riusciti a fare".

"Per raccontare la realtà, bisogna prendere spunto dalla finzione". Queste le parole del comandante dei Vigili Urbani di Agrigento, Cosimo Antonica che poi ha continuato: "Da parte mia c'è stata subito disponibilità, è un prodotto importante. Bisogna rapportarsi con le istituzioni in maniera diretta e con insistenza".

"Mi fa molto piacere promuovere questo tipo di iniziative. Casa Sanfilippo, è della comunità".  Giuseppe Parello, direttore dell'Ente Parco apre le porte alla città: "Questi progetti, possono davvero rilanciare il nostro territorio. Non dimentichiamo che questi prodotti, riescono a svolgere una funzione didattica, di conoscenza del nostro patrimonio".

La prima del film, sarà giorno nove dicembre alle 17 presso il cinema Concordia di Agrigento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentata la fiction "Salone di Girgenti", il regista: "Un prodotto unico"

AgrigentoNotizie è in caricamento