Fino al 15 settembre sarà tempo di saldi, ecco le regole per comprare bene

Il presidente di Confcommercio Picarella: "Le vendite sono in difficoltà, molta gente non ha le risorse economiche per comprare"

(foto ARCHIVIO)

Da oggi e fino al 15 settembre sarà di nuovo tempo di saldi ad Agrigento, ma quali sono le aspettative dei negozianti e soprattutto, quale lo stato prima che arrivino gli sconti?

La situazione di partenza, come era comunque già facile immaginare, non è buona. “Ad oggi non ci sono ancora dei dati statistici – spiega il presidente regionale di Confcommercio Francesco Picarella – ma se parliamo di trend complessivo certamente possiamo dire che le vendite sono in diminuzione significativa, vuoi per le difficoltà delle famiglie ma anche per la necessità delle stesse di provvedere a beni di prima necessità. In sostanza – continua – si preferisce spendere prima per tasse, costi per utenze, cibo e medicinali e solo successivamente per abiti e altri beni”.

La crisi del resto, numeri alla mano, continua a non mollare la propria morsa sulle famiglie anche della nostra provincia e quindi sarebbe difficile aspettarsi risultati diversi.

Ma il sistema dei saldi funziona ancora?  "Rimangono certamente una opportunità per fare buoni affari – continua Picarella – se si acquista sempre con attenzione e verificando i prezzi. Ad ogni modo gli utenti continuano a credere nel sistema e ad acquistare in questi giorni durante i quali, oggettivamente, si registrano importanti crescite nelle vendite”.

Le regole per fare buoni acquisti anche duranti i saldi sono sempre le stesse: verificare che il prezzo originario, senza saldo, sia diverso da quello scontato, che percentualmente il ribasso applicato sia quello reale, che si tratti di merce nuova e non di “fondi” di magazzino. Diffidare, in ultimo, sempre, da saldi che siano troppo “convenienti” e superino alcune percentuali di riduzione del costo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento