Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Mandorlo in fiore, appello della Confcommercio: "Serve coesione e concordia"

Picarella: "Ci auguriamo che gli operatori culturali, turistici, dei servizi, ma anche le forze politiche, sindacali e delle associazioni si uniscano nel promuovere e valorizzare al meglio quella che da oltre 70 anni dovrebbe costituire una opportunità di promozione"

La fiaccolata di una passata Sagra del mandorlo in fiore

Coesione e concordia. E' l'auspicio - trasformatosi in un invito - del presidente della Confcommercio di Agrigento Francesco Picarella. “Purtroppo ogni anno, puntualmente, assistiamo a schermaglie nei giorni precedenti alla manifestazione principe della città capoluogo e dell’intera provincia, sull’atavico problema di chi deve organizzare la kermesse. A poche ore dalla presentazione della settantaduesima manifestazione, rivolgiamo - scrive Picarella - un accorato appello a tutti gli operatori e cittadini innamorati della “Festa di Primavera”, affinché regni la condivisione, così com’è insito lo spirito della manifestazione stessa".

Basta polemiche, dunque. Basta schermaglie. "Ci auguriamo che gli operatori culturali, turistici, della ristorazione, dei servizi, ma anche le forze politiche, sindacali e delle associazioni, univocamente, - conclude Picarella - si uniscano nel promuovere e valorizzare al meglio quella che da oltre settanta anni dovrebbe costituire una opportunità di promozione e valorizzazione della città e dei suoi prodotti. Un patto che porti ad ognuno degli attori pubblici e privati ad essere orgogliosi di questa “festa”.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mandorlo in fiore, appello della Confcommercio: "Serve coesione e concordia"

AgrigentoNotizie è in caricamento