rotate-mobile
Soldi pubblici

Mandolo in fiore, l'edizione 2024 è costata oltre 633mila euro

La relazione dell'assessore Cantone al consiglio comunale ha chiarito alcuni aspetti della kermesse

E' costata poco più di 633mila euro l'edizione 2024 della Sagra del Mandorlo in fiore di Agrigento. A relazionare sul tema, su interrogazione consiliare, è stato l'assessore Carmelo Cantone.

Tra le domande avanzate all'amministrazione appunto il costo dell'operazione ma, anche, il perché sia stato appunto Cantone e non l'assessore alla cultura Costantino Ciulla a occuparsi dell'evento. Era stata questa una decisione del primo cittadino che aveva suscitato parecchie polemiche e qualche voce - incontrollata - rispetto a tensioni interne alla Giunta. Voci vere, sia chiaro, ma che Cantone ha adesso ricondotto al semplice chiacchiericcio, spiegando che l'incarico gli è stato concesso non solo "per la quarantennale esperienza nel settore del folk" ma anche per le sue deleghe, connesse a Polizia locale e attività produttive. "Non c'è stata nessuna estromissione. Un invito ad esercitare in pieno per la prima volta tutte le mie deleghe", ha detto al microfono.

L'intervento, durato una decina di minuti ha parlato di un "grande successo" rispetto all'evento 2024, soprattutto per aver riportato l'evento alla sua essenza coinvolgendo tutta la città. "E' la Sagra che bisognava realizzare in vista del 2025".

Andando ai dati, Cantone parla di un incasso complessivo per gli spettacoli di 79mila euro (+ 5 mila euro rispetto al 2023), con 5,500 spettatori per lo spettacolo finale e 15mila spettatori per gli spettacoli al chiuso, oltre un numero imprecisato di persone che hanno assistito alle manifestazioni in piazza Cavour (la stima è di 20mila spettatori).

Andando poi ai costi: la Sagra 2024 è costata 633mila euro, quasi metà dei quali sono serviti per vitto, alloggi, rimborsi e pagamento delle spese per gruppi folk, carretti eccetera.

Altri 58mila euro sono stati spesi per i trasfert;  119mila euro per le spese di comunicazione, stampa di materiale pubblicitario, promozione; 93.800 euro sono stati necessari per pagare service, gruppi elettrogeni, servizio di hostess e servizio d'ordine, transenne eccetera. Poi si aggiungono 15mila euro per i premi consegnati ai partecipanti e 35mila euro per la Siae.

Le risorse stanziate provengono in larga parte dalla Regione, cioè 310mila euro (una fetta significativa è stata prelevata dal fondo per Capitale della cultura), cui si sono aggiunti 244mila euro di somme dell'imposta di soggiorno.

A chi chiedeva perché questo "Mandorlo in fiore" sia costato il doppio del precedente Cantone ha risposto: "La Sagra di quest'anno non è stata certamente come quella dello scorso anno, detto con il massimo rispetto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mandolo in fiore, l'edizione 2024 è costata oltre 633mila euro

AgrigentoNotizie è in caricamento