rotate-mobile
L'intervento / Sciacca

Tenta di sabotare telecamera installata per individuare chi abbandona rifiuti, denunciato

Si tratta di un dispositivo chiamato “E-killer” che è stato preso di mira per renderlo inservibile. La polizia locale è riuscita a identificare il presunto responsabile e a ripristinare il corretto funzionamento del dispositivo

Un “occhio” permanente per beccare gli incivili, i “lanciatori seriali” che hanno la cattiva abitudine di abbandonare i rifiuti in strada senza preoccuparsi del loro corretto conferimento. Telecamera che, questa volta, è diventata l’obiettivo principale di un balordo che ha tentato di sabotarla e rendere così la vita facile agli “sporcaccioni”. La polizia locale è intervenuta riuscendo a identificare il presunto responsabile proprio grazie alla telecamera che, prima di essere presa di mira, ha comunque immortalato proprio chi intendeva metterla fuori uso. L’uomo è stato denunciato e il dispositivo è stato subito ripristinato.

E’ accaduto in contrada Santa Maria a Sciacca, una delle zone considerate più a rischio per quanto riguarda il fenomeno dell’abbandono di rifiuti in strada, così come contrada Milazzo Lazzarino dove si concentrano maggiormente gli sforzi dei vigili urbani per quanto riguarda le attività di controllo.

Le zone periferiche della città termale rimangono quelle prese maggiormente di mira dai “lanciatori seriali” che le scelgono sempre più spesso per disfarsi della loro immondizia. Per questo motivo sono state adottate le cosiddette “E-killer”, ovvero le telecamere che riescono ad immortalare, grazie ad obiettivi ad alta sensibilità, volti e targhe dei mezzi anche in scarse condizioni di illuminazione. Come nell’ultimo caso riuscendo a rendere riconoscibile chi aveva intenzione di manometterle. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di sabotare telecamera installata per individuare chi abbandona rifiuti, denunciato

AgrigentoNotizie è in caricamento