rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Microcriminalità / Bivona

"Cacciatori" di "oro rosso" di nuovo in azione: arraffati i cavi di rame, è blackout elettrico

L'Enel ha già formalizzato una denuncia, a carico di ignoti, per il furto subito

A volte ritornano. Si tratta dei "cacciatori" di "oro rosso", una "specie" che non è andata ancora in estinzione. 

I ladri hanno colpito contrada Chirullo a Bivona da dove sono stati arraffati 500 metri di linea elettrica. Vittima della razzia è stata, ancora una volta, l'Enel che ha dovuto all'improvviso registrare un blackout elettrico segnalato, e risegnalato, da chi in zona ha una casa. Il furto, che ha provocato danni per diverse migliaia di euro all'Enel, è stato naturalmente denunciato ai carabinieri di Bivona. E i militari dell'Arma hanno avviato le indagini. 

C'è stato un tempo in cui un po' in tutta la provincia fatti di questo genere erano quasi all'ordine del giorno. Da Sciacca a Licata, passando per Agrigento e i paesi dell'entroterra, era un sistematico "Sos". L'attività di prevenzione e repressione - con tantissimi arresti e denunce - ha poi portato all'esito sperato. Questi reati legati alla microcriminalità si sono quasi azzerati. Ogni tanto però, i "cacciatori" di "oro rosso" tornano in azione. E inevitabilmente producono danni. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cacciatori" di "oro rosso" di nuovo in azione: arraffati i cavi di rame, è blackout elettrico

AgrigentoNotizie è in caricamento