Lunedì, 15 Luglio 2024
Reati sul web

Rubate le password di mail e profili social di un impiegato: accesso abusivo mirato o vittima casuale?

Fino ad ora, più episodi analoghi hanno riguardato giovani donne. Di norma, nominativi e fotografie vengono utilizzati per accreditare, vendendo, prodotti diversi

Qualcuno, in maniera mirata, voleva fargliela pagare? O è stata una vittima casuale? Se lo stanno chiedendo i poliziotti che hanno avviato le indagini su un nuovo caso di accesso abusivo al sistema informatico. Un accesso che ha riguardato un impiegato agrigentino cinquantaduenne a cui qualcuno ha rubato la password di mail e profili social. 

Ad accorgersene è stata la stessa vittima. E subito l'agrigentino è corso alla polizia per riferire quanto, suo malgrado, gli era capitato. Sono state avviate le indagini e gli agenti stanno cercando di capire se l'indirizzo mail dell'impiegato agrigentino e i suoi profili social siano stati, e se dal caso per quale motivo e in che contesto, usati o meno. 

Non si tratta del primo caso che si registra in città. Fino ad ora, più episodi analoghi hanno riguardato i profili social di giovani donne, ma non soltanto, di cui i malviventi si sono appropriati. Di norma, nominativi e fotografie vengono utilizzati per accreditare, vendendo, prodotti diversi. Talvolta anche di case di appuntamenti. 

In questo caso, oltre che dei profili social, i criminali del web si sono appropriati anche dell'accesso all'indirizzo mail dell'impiegato. Servirà, appare imprescindibile, capire cosa ne volessero fare o cosa ne abbiano fatto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubate le password di mail e profili social di un impiegato: accesso abusivo mirato o vittima casuale?
AgrigentoNotizie è in caricamento