rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Microcriminalità / Centro città

Ruba i borselli lasciati nelle auto: tre colpi in pochissime ore, aperta inchiesta: le telecamere hanno ripreso

Un ladro solitario è già entrato in azione nelle vie Atenea e Pirandello, ai danni di un turista, di un impiegato dell'Aica e di un corriere. In vicolo San Pietro, gli impianti di videosorveglianza hanno immortalato il delinquente mentre svuotata un portafogli

Ha “colpito” l’autovettura, lasciata posteggiata all’ingresso della via Atenea, di un turista; il furgone di un impiegato dell’Aica che era in via Pirandello e il mezzo di un corriere, sempre in via Atenea. Tre i furti, nel giro di pochissime ore, messi a segno – dallo stesso delinquente – nella zona del centro. Razzie sulle quali stanno indagando i carabinieri che, a quanto pare, avrebbero già acquisito dei filmati ricavati da impianti di videosorveglianza pubblici e privati. E grazie ad uno di questi video si vede il ladro, con tanto di cappellino calato a celare mezzo volto, che in vicolo San Pietro, dopo essersi impossessato del borsello dell’impiegato dell’Aica, si impossessa dei soldi – ben 350 euro - e lascia cadere per terra tutto il resto.

E stessa, identica, cosa deve aver fatto – anche se non c’è alcuna conferma da parte delle telecamere di videosorveglianza – anche dopo il furto del borsello, con documenti e diverse centinaia di euro, del turista che aveva lasciato la vettura all’ingresso della via Atenea e, ieri mattina, con il borsello del corriere che era impegnato in alcune consegne, proprio nel “salotto buono” della città, e aveva momentaneamente lasciato il borsello – con soldi e documenti – all’interno del mezzo. L’attività investigativa dei carabinieri per provare a dare nome e cognome al ladro solitario, di fatto, nelle ultime ore, viene affiancata da una maggiore presenza, verosimilmente anche invisibile, fra le vie Atenea e Pirandello e dintorni, dei militari dell’Arma. Unico e solo l’obiettivo: stanare, o identificandolo e deferendolo oppure arrestandolo in flagranza di reato, il criminale che sta creando timori e lagnanze, per il venir meno della sensazione di sicurezza, fra i commercianti e i residenti della zona. Nessun dubbio, o almeno non sembrerebbero essercene, sul fatto che i tre furti siano riconducibili – anche per via del modus operandi e dell’area dove delinquere prescelta – tutti allo stesso, identico, criminale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba i borselli lasciati nelle auto: tre colpi in pochissime ore, aperta inchiesta: le telecamere hanno ripreso

AgrigentoNotizie è in caricamento