menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO ARCHIVIO

FOTO ARCHIVIO

"Ruba 150 chili di arance", condannato un 27enne empedoclino

L'uomo, in compagnia di un’altra persona, si sarebbe introdotto dentro l’agrumeto di contrada Gulfa a Ribera

Sono stati inflitti quattro mesi di reclusione ed una multa di 120 euro con pena sospesa, ad un 27enne di Porto Empedocle. L’uomo, Alessandro Di Stefano, è accusato di avere rubato delle arance in un terreno di Ribera.

L’empedoclino, in compagnia di un’altra persona, si sarebbe introdotto dentro l’agrumeto di contrada Gulfa a Ribera. Il 27enne avrebbe rubato circa 150 chili di arance.  I fatti risalgono al giugno del 2015. 

Dopo quattro anni si è definito il processo che ha visto coinvolto l’empedoclino.  L’uomo è stato giudicato con il rito ordinario. L’imputato è stato condannato dal giudice monocratico del tribunale di Sciacca, Paolo Gabriele Bono, anche a pagare le spese processuali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento