rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Canicattì

Monsignor Marcianò: "I beni della famiglia Livatino diventino pubblici"

L'appello lanciato durante un'iniziativa dedicata al beato si aggiunge ai tanti registrati in questi anni sul tema

"I beni appartenuti in vita al Beato Rosario Livatino non possono essere di privati ma devono essere di tutta la comunità".

Ad affermarlo ieri durante un evento pubblico è stato monsignor Santo Marcianò, secondo quanto riportato da Ansa.

"La casa e gli scritti del Beato Livatino (ereditati dalla badante dei genitori del magistrato) - ha continuato il prelato - devono appartenere a chi in questi anni ha tutelato, divulgato ed approfondito la figura del nostro Rosario Livatino".

La casa della famiglia Livatino è stata già già vincolata in passato, e l'associazione "Amici del Giudice Rosario Angelo Livatino" e la Postulazione diocesana hanno chiesto da tempo alla stessa Regione Siciliana di acquisire la casa di viale Regina Margherita a Canicattì. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monsignor Marcianò: "I beni della famiglia Livatino diventino pubblici"

AgrigentoNotizie è in caricamento