menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberta Tuttolomondo

Roberta Tuttolomondo

Ha messo in piedi una fabbrica solidale, Roberta: "Vedere la gente sollevata mi fa stare bene"

Si chiama Roberta Tuttolomondo è un'artigiana e titolare di un rinomato centro benessere della città. Ha realizzato dieci mila mascherina ed altre 15mila sono in lavorazione. In piena emergenza Coronavirus non si è tirata indietro

In piena emergenza Coronavirus è riuscita a mettere in piedi una vera e propria fabbrica solidale. Un’azienda, no profit, che ha distribuito mascherine in ogni dove. L’agrigentina e artigiana, Roberta Tuttolomondo, è la titolare di un rinomato centro estica/benessere della città.  L’azienda solidale è riuscita a mettere insieme circa quindici persone. Donne, ma anche uomini, che si sono reinventati in un periodo più che mai difficile. Il profitto? Il sorriso della gente.  L’agrigentina Roberta Tuttolomondo ha bussato alla porta di amici, ma anche dentisti e piccoli commercianti.

Coronavirus, imprenditrice aziona una "macchina solidale": realizzate migliaia di mascherine

"Mi preme ricordare a tutti - dice Roberta ad AgrigentoNotizie - che le mascherine non sono a norma. In un periodo come questo, però, hanno la loro validità. Ho acquistato dei telini utili a realizzare delle mascherine, pensavo non arrivassero e invece questa mattina ho ricevuto una bella sorpresa”.

L’agrigentina, insieme a dei validi collaboratori, ha realizzato ben 10mila mascherine. L’impresa, però, non finisce qui. Roberta Tuttolomondo realizzerà altre 15mila mascherine. "Dentro il mio centro avevo del materiale, così ho pensato bene di utilizzarlo. Devo ringraziare chi si sta spendendo con noi, alcuni dentisti sono stati davvero generosi. Altri assenti".

L’agrigentina ha “rifornito” diversi enti pubblici, lavoratori che non avevano neppure una minima protezione. “Cosa mi ha spinto a fare tutto questo? Il mio senso d’appartenenza verso questa città. Atto dovuto? Non lo chiamerei così. Quando vedo il sorriso della gente, persone che sono sollevate dal ricevere una mascherina, io sono davvero contenta. Stiamo ore ed ore attaccate alla sedia per realizzare queste mascherine, è molto faticoso ma ne vale la pena. Le persone che collaborano con me, a loro volta, hanno qualche aiutante. Quindi saremo circa quaranta. Adesso, servono più che mai degli elastici, chiunque può mi contatti". 

Roberta Tuttolomondo è anche un’artigiana. La sua azienda, nel rispetto del decreto Ministeriale, è chiusa. "Che momento sto vivendo? Non facile. Il mio unico pensiero, in questo momento, va alla gente che lavora con me e per me. Spero che questa tanto attesa cassa integrazione arrivi subito. Il mio futuro? Saranno tempi duri. Abbiamo delle scadenze importanti, non sarà semplice. Io, come sempre, confido nella mia gente". 91007134_10213654911447533_1152798007117217792_n-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

8 marzo, Zambuto: "Dedicare vie e piazze a personaggi femminili"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento