rotate-mobile
Tragedia / Punta Bianca

Tragedia a Punta Bianca: ripescato il cadavere del giovane annegato

La vittima è Raimondo Di Malta, originario di Lampedusa e residente a Fontanelle. La salma è stata portata alla banchina di Porto Empedocle dove è avvenuto il drammatico riconoscimento

E' stato ritrovato - erano le 2,10 circa quando il cadavere è stato issato sul gommone della Guardia di finanza - il ragazzo che, ieri sera, è annegato fra le acque di Punta Bianca. La vittima è Raimondo Di Malta, 25 anni, originario di Lampedusa e residente a Fontanelle. 

Vanno a fare il bagno a Punta Bianca e un giovane non riesce a tornare a riva: è disperso

Il cadavere, mentre l'elicottero del reparto Volo della Guardia costiera di Catania illuminava l'area, è stato appunto issato sul gommone ed è stato portato alla banchina di Porto Empedocle dove è avvenuto il drammatico riconoscimento. 

Il venticinquenne, assieme ad altri due amici, alle ore 18 circa era andato a Punta Bianca per fare un bagno, forse il primo della stagione. Si sono allontanati a nuoto e hanno raggiunto lo scoglio che è a circa 200 metri di distanza dalla costa. Uno scoglio chiamato "Pteddra". L'acqua era gelida e il giovane, a quanto pare, si è sentito male non appena arrivato sullo scoglio. Stando a quanto è emerso, poco dopo è sembrato riprendersi e assieme ai suoi amici, sempre a nuoto, sono tornati verso la costa. Mentre gli altri due sono riusciti a mettersi in salvo, Di Malta è stato sentito - dai suoi stessi amici - annaspare ed urlare, sparendo nelle acque di Punta Bianca. 

Quel bagno ancora fuori stagione e la tragedia: ecco le immagini delle ricerche del disperso

I soccorsi sono scattati alle 20,30. Vigili del fuoco e militari della Capitaneria e della Guardia di finanza hanno cercato di fare il più in fretta possibile per ritrovare e salvare il ragazzo disperso. Le speranze sono cominciate ad affievolirsi con il passare delle ore e dopo l'una e trenta il cadavere del venticinquenne è stato ritrovato.

La salma è stata portata prima alla banchina di Porto Empedocle dove è avvenuto il riconoscimento e poi all'obitorio di Agrigento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia a Punta Bianca: ripescato il cadavere del giovane annegato

AgrigentoNotizie è in caricamento