Cronaca

Licata, rinvenuto cadavere in avanzato stato di decomposizione

Lo stato di decomposizione della salma sarebbe compatibile con il tempo trascorso dalla denuncia di scomparsa di un fabbro 22enne di Licata. Ancora sconosciuta l'identità. Sul posto il sostituto procuratore Salvatore Vella

Sul posto è intervenuta la polizia e i carabinieri (foto archivio)

Il cadavere di un uomo in avanzato stato di decomposizione è stato rinvenuto oggi a Licata, all’interno di una casa abbandonata di contrada Nicolizia, a pochi passi dal mare. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, la polizia e il sostituto procuratore Salvatore Vella. A dare l'allarme sono stati un ragazzo ed una ragazza che hanno rinvenuto il cadavere mentre passeggiavano in quella zona poco frequentata.

Lo scorso 2 gennaio da Licata era scomparso Angelo Truisi, 22 anni, fabbro. Il tempo trascorso sarebbe compatibile con la decomposizione della salma rinvenuta oggi, ma non ci sono ancora certezze. I carabinieri hanno rinvenuto sul pavimento alcune macchie di sangue, oltre che rinvenuto alcune ferite sul corpo: sembrerebbe, dunque, che l'uomo ritrovato cadavere sia stato ucciso. Le indagini sulla scomparsa di Truisi sono condotte dalla polizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licata, rinvenuto cadavere in avanzato stato di decomposizione

AgrigentoNotizie è in caricamento