rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Cronaca

Gli agrigentini si svegliano all'alba, ancora "sold-out" al Palacongressi

Questa mattina nella zona del Villaggio Mosè i cassonetti colmi di spazzatura erano diversi

Agrigento vive il suo secondo giorno di raccolta differenziata. La città si è svegliata sommersa dai rifiuti, nelle zone di Cannatello e San Leone si sono create delle vere e proprie “mini-discariche” a cielo aperto. Alcune sono state tolte, altre permangono ancora. Questa mattina al Palacongressi nuove code e agrigentini questa volta più che spazientiti.

Acquisto e Stella: "Sulla differenziata solo caos, Fontana si dimetta"

Alle 8 del mattino si è scritto il 101esimo nome, numeri da capogiro. Chi non ha ancora avuto la possibilità di ritirare i cestelli fa il giro dei diversi front-office, ma a lamentarsi sono anche e comunque i genitori degli alunni della scuole a sud della città.

Pisano: "Preoccupante l'idea di un centro di stoccaggio al Villaggio Mosè"

Questa mattina nella zona del Villaggio Mosè i cassonetti colmi di spazzatura erano diversi. La raccolta differenziata è iniziata, ma gli agrigentini in fila per i cestelli sono ancora tantissimi.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli agrigentini si svegliano all'alba, ancora "sold-out" al Palacongressi

AgrigentoNotizie è in caricamento