rotate-mobile
Cronaca

Il "sostegno alla povertà" la spunta sull'"area fitness", ribaltato il risultato online

Anche se non si è assistito a un conteggio in tempo reale, dai 45 voti di scarto con cui l'iniziativa finalizzata al tempo libero vinceva sul progetto per gli indigenti si è passati, grazie a 78 preferenze "cartacee" in favore di quest'ultimo, a un 467 contro 492

Mancano ancora le verifiche sull'assenza di voti "doppi" (online e di presenza) e sulla effettiva residenza di ciascun votante (il dubbio sollevato è che qualcuno potrebbe essere residente fuori dal capoluogo e aver ugualmente votato), ma alla fine il "ribaltone" è stato ratificato in consiglio comunale.

Anche se lo "spoglio" vero e proprio non ha avuto materialmente luogo, nè si è assistito a un conteggio in tempo reale della novantina di preferenze espresse in maniera "fisica" da quanti si sono recati nelle varie sedi della biblioteca comunale, dai 45 voti di scarto con cui l'"area fitness" vinceva sul "sostegno alla povertà" si è passati, grazie a 78 preferenze "cartacee" in favore di quest'ultimo progetto, a un 467 contro 492.

Giusto per citare i"numeri" di questa tornata, i voti online sono 923 cui vanno aggiunti i 91 "cartacei", per un totale di 1014 preferenze espresse.

Lo scrutinio sarebbe dovuto avvenire a margine della seduta del consiglio comunale di ieri sera. Invece, è saltato per mancanza del numero legale determinato dall'"abbandono" dell'aula da parte della maggioranza. Una scelta politica dettata dall'esigenza di alcuni pareri propedeutici alla discussione e approvazione dell'aumento della Tari (primo fra tutti quello del Collegio dei revisori dei conti), senza i quali non sarebbe stato possibile andare avanti con i lavori. Cosa che è è invece avvenuta ieri sera, in seconda convocazione.

Ieri pomeriggio, il sindaco Lillo Firetto aveva comunque accolto positivamente il dato, seppure in attesa di conferma. "Aspettiamo il risultato ufficiale - aveva detto - ma possiamo dirci contenti se questo sarà in favore delle iniziative di contrasto alla povertà perchè dimostra la grande importanza che il tema riveste per la comunità agrigentina, che ha così omstrato sensibilità verso il problema.

E, inoltre, seppure si tratti di uno dei temi caldi e in agenda anche nell'azione di governo nazionale, non bastano mai le iniziative o i fondi per aggredire la povertà. Naturalmente il progetto che arriverà secondo entrerà di diritto nel sondaggio di democrazia partecipata riferito ai fondi per il 2017 che si terrà non appena terminate le procedure previste", ha detto ancora Firetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "sostegno alla povertà" la spunta sull'"area fitness", ribaltato il risultato online

AgrigentoNotizie è in caricamento