rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Centro città

Ristorante chiuso da 3 mesi per la rottura di una condotta idrica, Legacoop scrive all’Aica: “Posti di lavoro a rischio”

Il “Ginger People & Food”, da sempre impegnato nella diffusione della cucina etnica, continua a rimanere con la saracinesca abbassata. L’appello: “Ridare al più presto dignità alla cooperativa che gestisce l’attività commerciale”

Niente lavoro, ormai dallo scorso mese di novembre, per i soci della cooperativa "Al Kharub" che gestisce il ristorante "Ginger People & Food" di Agrigento in via Empedocle. La rottura di una condotta idrica ha costretto l'attività commerciale a chiudere temporaneamente i battenti ed ancora oggi, a distanza di oltre 3 mesi, la saracinesca rimane inesorabilmente abbassata.

Il “Ginger People & Food” è stato da sempre impegnato nella diffusione della cucina etnica, ma soprattutto è la "casa" della pluripremiata lady chef senegalese Mareme Cisse, vincitrice di "Cuochi d'Italia" su TV8 e del "Cous Cous Fest 2019" a San Vito Lo Capo, molto apprezzata nel mondo della gastronomia internazionale.

"La notte del 4 novembre 2021 - dicono i soci della cooperativa - crollava il controsoffitto, pieno d’acqua, dei bagni riservati al pubblico e il ristorante si allagava. Abbiamo dovuto chiudere l’attività in attesa che l’ente preposto individuasse e riparasse la rottura nella rete pubblica esterna al ristorante. Pensavamo che il tutto potesse risolversi in breve tempo. Oggi, seppure una delle rotture sia stata riparata dopo oltre due settimane dall’allagamento, non tutte le altre sono state individuate e rimosse. Continuiamo ad avere acqua che scorre ad intermittenza dal tetto di calcarenite arenaria". 

"Raccogliamo con rabbia e stupore - scrive la Legacoop Sicilia con il coordinatore Domenico Pistone - il grido di dolore della cooperativa sociale che ha dovuto interrompere l'attività del "Ginger People & Food" a causa di una perdita idrica nella condotta pubblica che ha danneggiato in modo grave il locale.

Esprimiamo perplessità sulla condotta dell'ente gestore delle reti idriche che, a distanza di più di 90 giorni, non ha ancora provveduto con interventi risolutivi che consentirebbero di avviare nuovamente le attività del ristorante, salvaguardando in tal modo i posti di lavoro.
Va inoltre ricordato che la cooperativa sociale "Al Kharub" èstata già pesantemente colpita dalle conseguenze della pandemia che ha colpito duramente i settori della ristorazione e dell'accoglienza turistica.
"Al Kharub", da oltre 10 anni, rappresenta un presidio di solidarietà che ha saputo costruire, grazie all'impegno e alla passione dei propri soci, un autentico progetto d'integrazione e di contaminazione culturale apprezzato e riconosciuto anche oltre i confini regionali. Legacoop sosterrà con impegno e con ogni sforzo la battaglia per consentire a tutti i soci lavoratori, gran parte dei quali soggetti svantaggiati, di avere restituita la propria dignità e il proprio lavoro. Chiediamo con forza alle autorità competenti di operare in modo celere a che si possa arrivare ad una soluzione immediata".  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristorante chiuso da 3 mesi per la rottura di una condotta idrica, Legacoop scrive all’Aica: “Posti di lavoro a rischio”

AgrigentoNotizie è in caricamento