rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Movida / Canicattì

Maxi rissa fra giovanissimi, 5 feriti: minorenne accoltellato a un polmone: il sindaco chiude i locali

Il ragazzino è stato sottoposto ad un intervento chirurgico: almeno altri cinque ragazzi coinvolti. Indaga la polizia, nel frattempo il sindaco dispone il divieto di vendita di bevande in vetro e impone lo stop dei pub alle 24

L'inferno all'improvviso. E' quello che è scoppiato stanotte, alle due circa, in piazza Dante a Canicattì. Una maxi rissa fra giovani, anzi giovanissimi, è esplosa per cause non chiare. Cinque i minorenni - dai 14 ai 17 anni - rimasti feriti. Uno in maniera gravissima: è stato accoltellato e la lama gli ha perforato il polmone. In questi minuti viene sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico all'ospedale "Barone Lombardo". Dell'attività investigativa, per ricostruire con precisione cosa abbia innescato la rissa e l'accoltellamento, si stanno occupando i poliziotti del commissariato cittadino. 

In piazza Dante, location della movida di Canicattì, ieri sera, c'erano tantissimi giovani e non soltanto. Non è chiaro, appunto, cosa abbia innescato l'iniziale diverbio, ben presto trasformatosi in una maxi rissa. Forse, è questa l'idea investigativa privilegiata, alcuni erano "alticci", se non addirittura ubriachi fradici.

Numerosi, forse il doppio se non addirittura il triplo, i coinvolti nello "scontro". Una violenza inaudita, durante la quale qualcuno ha anche tirato fuori un coltellaccio. Cinque i giovani - e sono tutti dei ragazzini di Canicattì - rimasti feriti. Uno, in particolar modo, è stato raggiunto da una coltellata ad un polmone che è stato perforato. Viene adesso, proprio in questi minuti, sottoposto ad un intervento chirurgico, all'ospedale "Barone Lombardo", ritenuto, dagli stessi sanitari, delicatissimo. 

I poliziotti del commissariato di Canicattì hanno già avviato le indagini per cercare, laddove possibile, di identificare i coinvolti e d'accertare chi ha aggredito gli altri. 

La risposta del sindaco alla violenza: stop a bevande in vetro e locali chiusi alle 24

"Da oggi e fino al 31 dicembre 2022 dalle 18 alle 24 è in vigore il divieto assoluto di somministrazione e vendita per asporto di bevande in bottiglie di vetro o altri materiali il cui utilizzo improprio possano minacciare l'incolumità personale". Lo annuncia il sindaco di Canicattì Vincenzo Corbo che aggiunge: "Con lo stesso atto si ordina, inoltre, la chiusura di tutti i locali all'interno del territorio comunale entro e non oltre le ore 24".

La condanna di Fratelli d'Italia: "Più controlli delle forze dell'ordine"

"Fratelli d’Italia di Canicattì, congiuntamente con il movimento giovanile Gioventù Nazionale Canicattì condanna i gravi accadimenti avvenuti nelle ultime ore nella nostra città, che gettano nello sconforto i genitori e l’intera comunità". E' quanto si legge in una nota del partito che sollecita, inoltre, "più controlli da parte delle forze dell’ordine". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi rissa fra giovanissimi, 5 feriti: minorenne accoltellato a un polmone: il sindaco chiude i locali

AgrigentoNotizie è in caricamento