Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Riscossione tributi, Adic: "Municipia non ha più requisiti giuridici per inviare avvisi di accertamento"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"Come avevamo anticipato torniamo ad occuparci del servizio di riscossione tributi locali poiché alcuni cittadini licatesi ci segnalano di avere ricevuto, qualche giorno fa, avvisi di accertemento e solleciti da parte della Municipia S.p.A. La cosa ci stupisce e ci lascia parecchio perplessi, dato che questa anomalia era stata segnalata sia alla signora Brandara nella qualità di Commissario Straordinario sia alla cittadinanza tutta". Lo scrive in una nota il presidente dell'Adic, Antonino Amato.

"Alla signora Brandara in particolare, tramite comunicati stampa e post su Facebook, abbiamo chiesto di intervenire dato che con la delibera di C.C. n. 114 del 28/12/2017 è stato sancito il passaggio in house del servizio di riscossione tributi e che dal primo gennaio 2018, pertanto,  i cittadini debbono rivolgersi al Comune di Licata e non alla Municipia S.P.A. In altre parole dal giorno 1/1/2018 la Municipia S.p.A. non ha più i requisiti giuridici ne per inviare avvisi di accertamento o cartelle ne per incamerare somme riguardanti i tributi locali per conto del Comune di Licata".

"Detto questo, poniamo le solite domande alla signora Brandara, auspicando che ci risponda ed esca dal mutismo su tale argomento:

1. perchè ha adottato la delibera n. 114 (relativa passaggio in house ) solo in data 28/12/2017, a soli tre giorni dalla scadenza del contratto con Municipia?

2. Perché pur essendosi insediata ad agosto 2017, non ha predisposto fin da subito tutti gli atti propedeutici necessari a garantire la piena operatività del passaggio in house per la riscossione dei tributi a partire dal 1gennaio 2018?

3. Perché non ha provveduto con largo anticipo, essendoci stati ben quattro mesi di tempo dal suo insediamento, per formare il personale con gli stage, con l’affiancamento del personale comunale da parte della Municipia SpA ( affiancamento che, per quanto abbiamo letto, per contratto se veniva effettuato entro il 31.12.2017 era gratuito per il Comune), per acquisire gli strumenti informatici gestionali per la riscossione ecc. ?

4. perchè la signora Brandara non chiede, tramite un legale, il risarcimento danni alla Municipia per avere chiesto la Tarsu anno 2011 e 2012 in ritardo ai contribuenti,  facendola andare prescrizione ( anche perche se il Comune non chiede il risarcimento alla Municipia, il mancato rimborso va a danno delle casse comunali e di conseguenza tale mancato introito verrebbe pagato dai contribuenti licatesi)?

5. l’art. 32 del capitolato di appalto del servizio di riscossione affidato alla Municipia prevede che “ è fatto divieto all’affidatario di emettere atti successivamente alla scadenza del contratto. Al termine del contratto la società dovrà consegnare al Comune gli atti insoluti o in corso di formalizzazione per il proseguimento degli stessi”. Chiediamo alla signora Brandara di verificare se il citato art. 32 è stato rispettato e, in caso contrario di agire a tutela dela Comune e nell’interesse dei cittadini contro l’agente della riscossione per gli eventuali danni procurati ( considerato che le segnalazioni e le lamentele dei contribuenti dimostrano che la Municipia sta ponendo in essere una condotta contratia  al citato art. 32, quindi illegittima);

6. l’art. 17 del capitolato di appalto alla Muncipia del servizio di riscossione tributi,  prevede che “i versamenti delle somme di competenza del Comune saranno effettuati entro il giorno 20 di ogni mese, con riferimento alle sonme incassate nel mese precedente”. Vorremmo sapere se i versamenti nelle casse comunali venivano effettuati entro i termini previsti dall’art. 17 del bando di gara e se gli interessi che maturavano nel frattempo venivano versati al Comune di Licata;

7. gli uffici comunali sono pronti ad espletare il servizio di riscossione dei tributi locali?

8. se gli uffici comunali non dovessero essere pronti ad espletare il servizio di riscossione dei tributi locali ( noi ci auguriamo che lo siano per il bene del Comune e dei contribuenti) come farà ad evitare l'eventuale danno erariale che potrebbe derivare da tale situazione?

9. La Municipia S.p.A. ha fatto le consegne previste dall'art. 32 del capitolato di appalto?

10.  i conti correnti in uso alla Municipia S.p.A., funzionali ai versamenti che i contribuenti licatesi dovevano eseguire per il pagamento delle tasse e delle imposte, sono stati definitivamente chiusi ? ( dato che a seguito della delibera n. 114 del 28/12/2017 la Municipia SpA non ha piu i requisiti giuridici per poter operare in nome e per conto del Comune di  Licata a partire dal primo gennaio 2018.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riscossione tributi, Adic: "Municipia non ha più requisiti giuridici per inviare avvisi di accertamento"
AgrigentoNotizie è in caricamento