"Non diagnosticò neoplasia", medico dovrà pagare oltre 150mila euro

Secondo i giudici, il medico avrebbe sottovalutato i sintomi lamentati dalla donna e non avrebbe quindi consentito di intervenire sulla patologia prima che questa degenerasse gravemente.

(foto ARCHIVIO)

Non diagnosticò neoplasia vescicale, medico dovrà risarcire ex paziente.

Dopo 14 anni di causa civile un medico di Favara, C.A. è stato infatti condannato dalla Corte d'appello di Palermo a versare 150mila euro circa più 10mila di spese legali ad una donna, C.C., anch'essa di Favara e sua ex paziente.

Secondo i giudici, il medico avrebbe sottovalutato i sintomi lamentati dalla donna e non avrebbe quindi consentito di intervenire sulla patologia prima che questa degenerasse gravemente. L'uomo, in primo grado, era stato assolto dagli addebiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento