menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un documento del Comune risalente al 1988

Un documento del Comune risalente al 1988

Transenne sì o transenne no? "Chiederemo risarcimento danni al Comune"

Mario Pardo, collaboratore della Scp di Giovanni Parisi: "Le transenne, proprio come dice il Comune, non sono pubblicitarie. Perché avremmo dovuto pagare le tasse sulle transenne vacanti e non utilizzate?"

Sostengono, carte alla mano, di avere ragione e dicono anche di voler chiedere un risarcimento danni al Comune per la rimozione delle transenne. La "Scp" di Giovanni Parisi, la società che alla fine degli anni '80 ha ricevuto la concessione da parte del Comune di Agrigento per l'installazione nelle vie del centro città di "transenne parapedonali, con aggiunta di pannelli informativi e pubblicitari", alza la voce contro il provvedimento del sindaco Lillo Firetto che ha disposto la rimozione delle transenne per la mancanza dei pagamenti delle tasse per la pubblicità. 

"Non considerano le transenne abusive in quanto tali, - spiega Mario Pardo, collaboratore di Giovanni Parisi - ma perché non è stato fatto il pagamento delle tasse pubblicitarie. In realtà noi abbiamo sempre pagato le tasse (mostra i bollettini di pagamenti effettuati dal 2012 al 2015, ndr). E perlopiù le transenne, proprio come dice il Comune, non sono pubblicitarie, ma 'pedonali'. Ed è proprio il Comune di Agrigento ad avere definito tali quelle transenne, aggiungendo la possibilità di installare pannelli pubblicitari o informativi. Quindi perché avremmo dovuto pagare le tasse pubblicitarie sulle transenne vacanti e non utilizzate?".

Parisi e Pardo, dunque, annunciano di voler chiedere il risarcimento danni al Comune di Agrigento per un provvedimento che non si allineerebbe con le disposizioni riportate nelle concessioni rilasciante proprio dallo stesso ente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento