Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Penitenziaria, la trattativa per la riorganizzazione del lavoro al carcere Di Lorenzo si blocca

Dura presa di posizione dei sindacati che annunciano l'interruzione dei rapporti con la direzione e un sit-in di protesta

Il carcere di contrada Petrusa

Le organizzazioni sindacali della polizia penitenziaria della casa circondariale di Agrigento della triade sindacale Cgil, Cisl e Uil, a margine di un incontro con il direttore dell'istituto, hanno deciso di proclamare lo stato di agitazione "interrompendo le relazioni sindacali con il direttore e fissando per la data del 20 gennaio sit-in di protesta poiché nel confronto è emerso che quella autorità dirigente vuole mettere all’angolo una maggioranza plebiscitaria poiché ostaggio di una organizzazione sindacale minoritaria".

Le trattative per la nuova organizzazione del lavoro, quindi, si interrompono bruscamente. "La procedura di raffreddamento si doveva sciogliere - sottolineano le organizzazioni sindacali -. Non possiamo più accettare il principio del prendere tempo". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Penitenziaria, la trattativa per la riorganizzazione del lavoro al carcere Di Lorenzo si blocca

AgrigentoNotizie è in caricamento