Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Menfi

Trovato ordigno bellico in mare, obbligo di navigare ad una distanza non inferiore a 200 metri

Si trova a circa tre miglia a sud dal lido di Porto Palo a Menfi. Il comandante del Circomare di Sciacca, tenente di vascello Francesco Petrunelli, ha esteso le disposizioni anche per i motopescherecci che non possono esercitare l’attività di pesca a strascico

E' stato rinvenuto un presunto ordigno bellico in mare, a circa tre miglia a sud di Porto Palo del Comune di Menfi. Il comandante del Circomare di Sciacca, tenente di vascello Francesco Petrunelli - come si legge oggi sul Giornale di Sicilia - ha disposto l’obbligo per tutte le unità navali di navigare ad una distanza non inferiore a 200 metri. Obbligo che comprende anche i motopescherecci che non possono esercitare l’attività di pesca a “strascico”. Il provvedimento dell’ufficiale della Marina Militare è finalizzato a prevenire il verificarsi di possibili danni, salvaguardare l’incolumità pubblica e privata, l’inquinamento dell’ambiente nonché garantire la sicurezza della navigazione in attesa dell’intervento di rimozione o distruzione del presunto ordigno bellico. Il ritrovamento e l'individuazione del presunto ordigno bellico che è stato anche fotografato sono stati effettuati dall' unità navale di ricerche scientifiche denominata “Titan”, impiegata per il progetto “Marine feasibility studies for Tunisia italy power, nel corso delle attività’ di ispezione dei fondali marini mediante l’utilizzo di Rov, all’interno delle acque ricadenti nel circondario marittimo di Sciacca. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato ordigno bellico in mare, obbligo di navigare ad una distanza non inferiore a 200 metri

AgrigentoNotizie è in caricamento