rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
La decisione

"Nessun rinnovo per i precari dei Comuni in dissesto": il M5S lancia l'allarme

L'emendamento di proroga proposto all'Ars è stato bocciato dall'assessore agli Enti locali

Erano di fatto gli ultimi (o fra gli ultimi) lavoratori precari in servizio nella pubblica amministrazione anche in provincia di Agrigento. Adesso però per i precari dei comuni in dissesto si apre una fase complicata.

A lanciare l'allarme questa mattina è il Movimento 5 Stelle attraverso l'ex deputato regionale Giovanni Di Caro: "Il governo Meloni in combutta con il governo della Regione Siciliana ancora una volta manifesta tutta la sua crudeltà contro le categorie più deboli - scrive in un post -. Malgrado le proposte del M5S infatti, il governo di destra Meloni ha negato in legge di bilancio la possibilità di proroga dei lavoratori a tempo determinato in servizio nei comuni in dissesto finanziario. Per cercare una via di uscita e consentire ai sindaci siciliani di prorogare i contratti e consentire la stabilizzazione dei precari il M5S all'ARS, con un emendamento all'esercizio provvisorio, a firma del vice presidente dell'Assemblea Nuccio Di Paola aveva proposto una norme semplice per dare serenità ai sindaci e ai lavoratori degli enti locali in dissesto".

Un percorso che però si è interrotto bruscamente in commissione Bilancio, con una bocciatura ad opera dell'assessore agli Enti Locali  dell'emendamento "col classico gioco dello scarica barile Regione – Stato - burocrazia. Così facendo  - dice Di Caro - l'assessore Messina getta nel baratro 2000 lavoratori e nello sconforto tanti sindaci costretti ad assumersi responsabilità enormi per le tutele occupazionali e la continuità lavorativa dei lavoratori precari".

Tra i precari ancora da stabilizzare in provincia, quelli di comuni come Favara e Porto Empedocle: realtà in cui i lavoratori a tempo parziale sono la maggioranza assoluta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nessun rinnovo per i precari dei Comuni in dissesto": il M5S lancia l'allarme

AgrigentoNotizie è in caricamento