menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Rinfiorata" di Naro: successo della "tre giorni" di floricoltura ed ecosostenibilità

Tradizione e innovazione a braccetto: una intera infiorata realizzata con 36 mila bottiglie riciclate, venti spazi espositivi realizzati anch'essi con materiale da riciclo

Grande partecipazione alla "Rinfiorata" di Naro, la tre giorni che ha visto - nella cittadina del barocco siciliano - la realizzazione di un percorso integrato polifunzionale, con l'esposizione di composizioni artistiche floreali e la promozione di una consapevole sensibilità ambientale attraverso le varie tecniche di riciclo e la raccolta differenziata dei rifiuti.

L'iniziativa, promossa dalla associazione "Agorà delle donne" presieduta da Maria Grazia Brandara ha voluto riproporre l'antica festa dell'Infiorata, con nuovi contenuti legati alla promozione di valori ambientali.

«Si è voluto - spiega Brandara - stimolare l'intero settore terziario, valorizzando il patrimonio produttivo e artigianale, nonché quello culturale ed enogastronomico». Tradizione e innovazione a braccetto: una intera infiorata realizzata con 36 mila bottiglie riciclate, venti spazi espositivi realizzati anch'essi con materiale da riciclo.

«Un evento che ha registrato un ottimo riscontro da parte del pubblico - ha commentato Fabio Costarella, responsabile Area sud del Conai (consorzio nazionale imballaggi) - perché unisce temi e aspetti culturali e difesa del territorio e dell'ambiente».

Protagonisti della manifestazione i giovani, le associazioni, i cittadini ma anche l'innovazione tecnologica e la pianificazione strategica per lo sviluppo del territorio. Migliaia i visitatori. Due le scalinate, Gueli Alletti e San Nicolò, l'una allestita con la tradizionale infiorata e l'altra con una infiorata 'riciclata' in quanto costituita da materiali di recupero. rinfiorata-naro-scalinata-san-nicolo

All'interno della manifestazione incontri e dibattiti che hanno visto, tra le altre, quella del presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, del prefetto di Agrigento Nicola Diomede e del questore Mario Finocchiaro oltre che quella del comandante provinciale dei carabinieri Mario Mettifogo.

Nel programma anche degustazioni di prodotti tipici ed esibizioni artistiche. Di grande interesse il momento sulle tecniche di riuso degli alimenti in cucina e quello di premiazione alla famiglia che più di altre ha contribuito alla raccolta di bottiglie riciclate, ma anche lo show cooking dal tema "La sacralità del cibo a tavola" oltre al convegno dal titolo "Lo start up della raccolta differenziata in Sicilia, con autorità, esperti e politici a confronto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento