rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca

Sequestro impianto "Moncada", il Tribunale rigetta l'appello della Procura

Il Tribunale ha rigettato l'appello proposto dalla Procura contro il provvedimento con il quale il gip non aveva accolto la richiesta di sequestro nei confronti della società "Sasf s.r.l."

Il Tribunale di Agrigento, presieduto da Giuseppe Melisenda Giambertoni, e a latere Paolo Pizzo e Michele Contini, ha rigettato l’appello proposto dalla Procura della Repubblica di Agrigento contro il provvedimento con il quale il giudice per le indagini preliminari di Agrigento, Ottavio Mosti, non aveva accolto la richiesta di sequestro nei confronti della società "Sasf s.r.l." di proprietà del gruppo imprenditoriale Moncada di Agrigento. 

In particolare la Procura di Agrigento, sulla scorta di una ipotesi di elusione fiscale in relazione alla vicenda già vagliata dal Tribunale di Agrigento e relativa all’impianto fotovoltaico di contrada Narbone (prima sequestrato e poi restituito ai Moncada), ha ritenuto di reiterare una richiesta di sequestro per il legale rappresentante della società.

Gli avvocati Marco e Gabriele Giglio, difensori del gruppo Moncada, hanno sostenuto l'infondatezza delle contestazioni mosse dagli organi inquirenti. Il Tribunale, aderendo alle tesi difensive, ha quindi rigettato l’appello proposto, confermando in tal modo la decisione del giudice per le indagini preliminari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestro impianto "Moncada", il Tribunale rigetta l'appello della Procura

AgrigentoNotizie è in caricamento