rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Porto Empedocle

Rigassificatore a Porto Empedocle, secondo Mareamico distruggerebbe per sempre la vocazione turistica delle coste

“Non solo erosione - dice Claudio Lombardo - ma soprattutto la distruzione di organismi con l’impoverimento del mare e la formazione di schiume. L’impianto dovrebbe poi sottostare alla normativa Seveso”

La "sete" di energia continua a non conciliarsi con la salvaguardia dell'ambiente, almeno sul fronte del progetto di realizzazione del rigassificatore a Porto Empedocle. Ne è fermamente convinta l’associazione Mareamico che, con Claudio Lombardo, spiega le ragioni che dovrebbero indurre a soprassedere.

Da sempre Mareamico - dice Lombardo - si è schierata contro la costruzione di un rigassificatore a Porto Empedocle e contro il riempimento a mare nell’area che lo dovrebbe ospitare. Avevamo previsto che l’occupazione di questo spazio avrebbe provocato danni nelle zone vicine e la cosa è puntualmente avvenuta: a pochi metri dal riempimento a mare l’erosione costiera sta inghiottendo la collina del Caos e rischia di far franare la strada statale 640.

Siamo altresì contrari perché questo impianto, a circuito aperto, restituirebbe in mare grossi quantitativi di acqua più fredda e clorata. Stiamo parlando di quantitativi dell’ordine di 600.000 metri cubi al giorno che, trattati con cloro, rilasciano sostanze tossiche e mutagene, i cosiddetti cloro-derivati organici, che provocherebbero l’eliminazione degli organismi costituenti lo zooplancton, delle uova e delle larve di pesce. Tutto questo porterebbe ad un impoverimento del mare e alla formazione di schiume. 

Infine c’è anche un altro aspetto da non sottovalutare: questo impianto, se realizzato, dovrà sottostare alla normativa Seveso che impone vincoli molto restrittivi in tema di sicurezza nei luoghi in cui insistono stabilimenti industriali che utilizzano o detengono sostanze chimiche per le loro attività produttive e che rappresentano un possibile rischio per la popolazione e l’ambiente circostante. L’applicazione di tale normativa distruggerebbe per sempre la vocazione turistica di Porto Empedocle e di San Leone“.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigassificatore a Porto Empedocle, secondo Mareamico distruggerebbe per sempre la vocazione turistica delle coste

AgrigentoNotizie è in caricamento