rotate-mobile
Ambiente / San Leone

"Montagne" di rifiuti abbandonati sulle spiagge di San Leone, incredulità e rabbia di imprenditori

Turisti e villeggianti sono tornati in massa nel quartiere balneare e, fra lo scempio, passeggiano o provano a prendere il sole sulla battigia

Sacchetti di rifiuti, talvolta anche in forma di micro "montagne", lasciati ovunque. Abbandonati in ogni angolo, strade d'accesso comprese, dell'arenile di San Leone. Il tutto mentre turisti e villeggianti che, per fortuna, sono tornati in massa passeggiano o provano a prendere il sole sulla battigia, ammirando lo splendido mare. 

A denunciare, quotidianamente, quello che è uno scempio ambientale, ma anche una inevitabile perdita di dignità turistica sono gli imprenditori che hanno creduto ed investito - per fare ricezione turistica - su San Leone. Uno, in maniera particolare, si adopera anche - praticamente ogni mattina - a rendere "presentabile" l'ingresso a mare dinanzi la sua struttura ricettiva. "Lo faccio solo per i miei clienti, finché vorrò" - ha detto - . Inevitabilmente, al rifiorire, dopo poche ore dall'intervento di pulizia gratuito, dell'immondezzaio, l'imprenditore non può che, sistematicamente, indignarsi e non riuscire più a vedere futuro di civiltà per Agrigento.

San Leone, rifiuti abbandonati fra ingressi spiagge e arenile

Continua però, quotidianamente, a denunciare anche sui social. E lo fa postando le foto di angoli degradati. "Qui siamo alla terza spiaggia, zona chiosco bombardato - ha scritto oggi fra incredulità e rabbia - . Non posso far altro che pensare alle attenzioni infinite di questa amministrazione per la ridente località balneare ormai piena di turisti e villeggianti che passeggiano ed ammirano il nostro splendido mare Mediterraneo...". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Montagne" di rifiuti abbandonati sulle spiagge di San Leone, incredulità e rabbia di imprenditori

AgrigentoNotizie è in caricamento