Arrivano le spazzatrici meccaniche, ma ci sono troppe auto in sosta

Non è stata prevista alcuna ordinanza di divieto di sosta per consentire ai mezzi di operare per la pulizia delle strade in modo pieno

Il mezzo e le auto in sosta

Dopo anni di attesa in città arrivano i mezzi per lo spazzamento meccanizzato (che c'erano già, ma venivano utilizzati in zone molto poco utili alla collettività) ma si "incagliano", è il caso di dire, nelle auto in sosta. Dopo giorni di forte vento, al fine di rimuovere fogliame, sterpi e rifiuti, erano entrate in azione le spazzatrici meccanizzate lungo le strade del centro urbano e dei quartieri del centro storico.

I mezzi speciali dell'Iseda sono infatti entrati in azione in via Duomo e in piazza Don Guanella, dove, nonostante alcune difficoltà causate delle auto in sosta, è stato possibile ripulire da foglie, erba e sterpaglie, sia le strade che i bordi dei marciapiedi tornati ad essere percorribili.  "Gli interventi proseguiranno ogni giorno - dice una nota - secondo un preciso calendario, e oggi, mercoledì, riguarderà la via Crispi e la via Petrarca". Anche la Sea ha dato il via all'utilizzo dei nuovi mezzi che ieri hanno lavorato in via Empedocle, via delle Torri e nei pressi di piazza Vittorio Emanuele dove, "anche in questo caso - aggiunge la ditta - gli interventi risultano limitati a causa delle autovetture in sosta". Oggi la Sea opererà al Villaggio Peruzzo e a San Leone.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento