Differenziata a Sciacca, salta approvazione del Regolamento

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Invito tutti i Consiglieri Comunali al senso di responsabilità per quest’ultimo scorcio di mandato. Grande è l’amarezza per quanto accaduto ieri sera. All’ordine del giorno c’era un punto molto importante, il Regolamento Comunale per la Raccolta Differenziata, che ha dei tempi precisi per l’approvazione scanditi dal Governo delle Regione. In Conferenza dei Capigruppo si era pure deciso, con unanime intesa, di dare massima priorità al documento. Così non è stato, inaspettatamente.

A inizio seduta, con l’urgenza di trattare il punto, i sei Consiglieri di opposizione presenti hanno deciso di abbandonare l’aula. Con gli undici Consiglieri di maggioranza presenti non si è potuto andare avanti, non essendoci il numero legale per validare la seduta.

Spiace rilevare, poi, che ci sono Consiglieri che dicono che si fanno pochi Consigli e che ci sono tanti punti da trattare, ma poi non si presentano in aula.

Così è difficile andare avanti.

Senza puntare il dito contro nessuno, dico che occorre responsabilità, fare chiarezza sui lavori d’aula e dare coerentemente seguito alle decisioni che collegialmente vengono prese in Conferenza dei Capigruppo, almeno rispetto a temi di fondamentale importanza come quello all’ordine del giorno ieri sera in Consiglio Comunale. Rammento che siamo in un momento in cui la Sicilia è sprofondata nell’emergenza rifiuti e viene richiesto uno sforzo a tutti i Comuni per aumentare le percentuali della raccolta differenziata.

Per fortuna la nostra città non ha vissuto il dramma di altre realtà.

Nel rispetto delle singole posizioni, cerchiamo tutti di stabilire un percorso lineare e responsabile di fine mandato. Altrimenti diventa difficile gestire i lavori d’aula e dare risposte ai cittadini.  

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento