menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti: salta l'accordo, vertice trasferito in Prefettura

Ad oggi, se i comuni inadempienti non verseranno i denari dovuti alla Gesa, potrebbero arrivare i commissari regionali per prendere in mano la situazione all'interno degli enti comunali

Un incontro, stamattina alle 9, presso la Gesa ha riunito il raggruppamento di imprese, i sindacati e l'Ato. Il liquidatore Teresa Restivo ha messo sul piatto ciò che c'è nelle casse dell'Ato: un milione di euro. La soluzione per tamponare l'emergenza avanzata dalla Restivo era di pagare urgentemente in contanti una parte degli arretrati ai lavoratori, saltando dunque le intermediazioni, ossia le imprese.
 
Le aziende private però non ci stanno e respingono la proposta, perchè ciò, dicono, danneggerebbe la loro posizione nei confronti delle banche. Salta dunque la soluzione-tampone dei circa tremila euro a testa. L'accordo dunque è "saltato", per dirla con l'espressione del liquidatore. In questi minuti intanto un vertice convocato dal prefetto di Agrigento, Francesca Ferrandino, ridiscuterà la questione insieme ai sindacati, agli Ato e alla Gesa.
 
Ad oggi, comunque, se i Comuni inadempienti non verseranno i denari dovuti alla Gesa, potrebbero arrivare i commissari regionali per prendere in mano la situazione all'interno degli enti comunali.
 
(dbr)
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento