menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza rifiuti, trovato l'accordo: cessa lo sciopero e al via la raccolta

A Porta di ponte una discussione andata avanti per ore ha finalmente portato a una soluzione più o meno condivisa da tutti. Alcuni operai torneranno però a prendere servizio con qualche mal di pancia

Dopo più di 24 ore di dibattito acceso tra di loro e con i sindacati, gli operatori ecologici hanno cessato lo sciopero in queste ore. "Ci hanno messi alle strette. Si torna a lavoro: da stasera passeranno i compattatori", dichiara un lavoratore. A Porta di ponte una discussione andata avanti per ore ha finalmente portato a una soluzione più o meno condivisa da tutti. Alcuni operai infatti torneranno a prendere servizio con qualche mal di pancia. 

"Anche se ad alcuni di noi hanno pagato ciò che ci dovevano,  noi non sappiamo se appoggiare i nostri colleghi e lottare con loro o tornare tutti a lavoro", ci spiegano a Porta di ponte. "Il rischio è non solo la denuncia, ma anche il licenziamento", afferma però Roberto Miraglia dell'Ugl. Con queste condizioni, i lavoratori hanno dunque accettato la soluzione "tampone" e da questa sera le strade della città e degli altri comuni in disagio, torneranno alla normalità.

Il punto della questione è che l'acconto di 4 mila euro non è sufficiente per tutti; per alcuni la somma corrisponde solo a metà delle retribuzione non percepita. Questa mattina, dopo aver incassato il secondo assegno, un gruppo di operatori ecologici si è recato in Prefettura per chiedere una data certezza relativa all'emissione delle retribuzioni rimanenti. Ma nulla di fatto. Per le altre somme si attende adesso l'arrivo dei commissari nei vari comuni inadempienti e fino ad allora le casse della Gesa rimarranno vuote. Ecco perchè alcuni avrebbero continuato la protesta. "
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento