Cronaca

La Uil: "Non licenziate gli operatori ecologici"

Sulla questione intervengono Gero Acquisto e Nino Stella, che chiedono di sviluppare la raccolta differenziata sul territorio

Gero Acquisto

Sul tema dei rifiuti e soprattutto sulla tutela lavorativa degli operatori ecologici intervengono per la Uil di Agrigento il segretario generale della Camera Sindacale Territoriale Gero Acquisto e Nino Stella Segretario Generale Territoriale della Uil trasporti:
“Assistiamo a un fuoco incrociato di dichiarazioni che non giovano a nessuno, sul tema della gestione ambientale e del personale, con prese di posizioni su paventate riduzioni di netturbini e di tagli per ridurre i costi dell’intero servizio. Il sindaco sa benissimo che da un punto di vista legale e contrattuale, vedi la Legge regionale 9/2010 e l’accordo-quadro del luglio 2013 sottoscritto da tutte le parti, (Governo, Dipartimento regionale, Confindustria, Sindacati e Anci hanno sancito un quadro normativo di tutela e garanzia occupazionale per questi soggetti. Le analisi semplicistiche del Sindaco di Agrigento, ci sembrano fuori luogo e non aiutano alla risoluzione della problematica dei rifiuti che in questo momento coinvolge tutta la nostra regione. Anche perché - coclude la Uil - non è che licenziando si abbassano i costi o si trova una soluzione. Come dice lo stesso Firetto c’è stata una cattiva politica finora, con ritardi e inadempienze, che i cittadini devono sapere, paghiamo multe, che già ci ha inflitto l’Unione Europea per il mancato raggiungimento della percentuale di differenziata che oggi nei nostri comuni con in testa il capoluogo è ridicola".

"Noi invitiamo l’Amministrazione Comunale e non da ora, a processi virtuosi e inevitabili come la differenziata in tutto il territorio".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Uil: "Non licenziate gli operatori ecologici"

AgrigentoNotizie è in caricamento