rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Maddalusa

"Il boschetto della Maddalusa sommerso dai rifiuti", la denuncia di Civiltà

A documentare lo stato di degrado è il capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Agrigento

Recenzioni divelte e rifiuti abbandonati. A documentare lo stato di degrado al boschetto della Maddalusa, è il capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Agrigento, Giovanni Civiltà. 

"Un’area di particolare interesse paesaggistico, – sottolinea il consigliere –  che degrada sul caldo mare africano, meta di turisti e villeggianti, e che è il più importante polmone verde del litorale agrigentino”.

“Poco o nulla in questi anni è stato fatto per renderlo vivibile - denuncia Civiltà - . Mancanza di accessi alla spiagge, cassonetti stracolmi di spazzatura, mancanza di un’adeguata potatura di rami secchi che non pochi problemi provocano in termini di incendi, recinzioni divelte, e rifiuti speciali abbandonati: si tratta non solo di brutta cartolina ma anche di un pericolo per l'incolumità dei bagnanti. Ciò è l’effetto dell'incuria e del disinteresse di chi governa il territorio, e che offende le migliaia di visitatori che ogni giorno attraversano la zona verde adiacente la foce del fiume Akragas, prima di tuffarsi nelle acque trasparenti e cristalline di un mare mai così limpido. Chiediamo all'amministrazione comunale interventi urgenti - conclude Civiltà - che possano restituire la distesa a verde alla pubblica fruizione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il boschetto della Maddalusa sommerso dai rifiuti", la denuncia di Civiltà

AgrigentoNotizie è in caricamento