rotate-mobile
Cronaca

Autocompattatori in fila a Siculiana, conferimento dei rifiuti a rilento

La discarica di contrada Matarana è diventata, nelle ultime settimane, l'impianto dove il dipartimento rifiuti della Regione ha scelto di far confluire l'immondizia di molti più Comuni della Sicilia rispetto a quelli assegnati in precedenza

Tutti a Siculiana. La discarica di contrada Matarana, è diventata nelle ultime settimane, l'impianto, dove il dipartimento rifiuti della Regione, da un mese circa guidato da Gaetano Valastro, ha scelto di far confluire i rifiuti di molti più Comuni della Sicilia rispetto a quelli assegnati in precedenza.

Il decreto 1154 a firma del dirigente del Sevizio V Maria Santa Giunta, stabilisce infatti che per provvedere alla ricollocazione del surplus estivo dei conferimenti in discarica da parte di tutti i Comuni della Sicilia, molti sono autorizzati a conferire i rifiuti urbani indifferenziati prodotti nei rispettivi territori nei limiti quantitativi individuati presso l'impianto della Catanzaro Costruzioni.

Il provvedimento, effettivo dallo scorso 8 agosto, sarà in vigore fino a nuova disposizione. Una decisione che sta creando non pochi disagi soprattutto a Comuni che dovrebbero fruire del cosiddetto diritto di territorialità, che, proprio per la vicinanza con Siculiana non dovrebbero avere problemi a scaricare i rifiuti.

LEGGI ANCHE: Accesso negato in discarica, raccolta dei rifiuti a rischio nel capoluogo 

Ed invece ieri 11 mezzi di Agrigento sono rimasti pieni di rifiuti impossibilitati a conferire perchè l'impianto ha ben presto raggiunto il suo limite massimo di capienza giornaliera. Stamattina la situazione è in evoluzione. In fila dalla notte scorsa, tre camion delle imprese agrigentine hanno già scaricato e altri sono in attesa nella speranza di riuscirvi.

A questo si aggiunge la notizia che la Prefettura di Agrigento ha autorizzato il trasferimento anche durante la giornata di domenica del sottovaglio, una frazione dei rifiuti, dalla discarica Salinella-Saraceno di Sciacca all’impianto Catanzaro di Siculiana. Tutto ciò ha alleggerito la discarica di Sciacca e consentito una maggiore fruizione da parte dei Comuni dell’Ato ma ha ulteriormente appesantito l'impianto di contrada Matarana.

LEGGI ANCHE: Movimento Cinque Stelle: "Stipulare contratto con impresa del servizio Aro"

Inoltre dal 12 agosto, arrivano a Siculiana, sempre per disposizione del dipartimento, 80 tonnellate giornaliere di rifiuti provenienti da Mazara del Vallo. Per quanto riguarda i limiti ai conferimenti in discarica a Siculiana, il dipartimento ha stabilito che le quantità indicate precedentemente non costituiscono massimi inderogabili, né per i Comuni, né per i gestori dell'impianto. Infatti, dice il decreto, dove in discarica ci sia maggiore spazio disponibile per l'abbancamento dei rifiuti solidi urbani, fermo restando il pretrattamento di tritovagliatura e biostabilizzazione, possono utilizzare questi spazi disponibili per l'abbancamento di altri rifiuti.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autocompattatori in fila a Siculiana, conferimento dei rifiuti a rilento

AgrigentoNotizie è in caricamento