rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Il nuovo appalto dei rifiuti? "Non tiene conto delle realtà locali"

E' stato realizzato per nove comuni, ma secondo gli uffici comunali andrà modificato

Appalto dei rifiuti nuovo, problemi vecchi. Anzi, vecchissimi. Già perché se con l'arrivo del nuovo servizio di igiene ambientale ad Agrigento si sono annunciati miglioramenti e meraviglie varie, in realtà trasformare quanto messo su carta dalla Srr in attività effettivamente svolte per i cittadini sarà un altro paio di maniche.

"E' una città turistica", disposto l'aumento dei conferimenti dell'indifferenziato

A mettere tutti in allarme è stato, in tal senso, un funzionario comunale ascoltato dai consiglieri della commissione Bilancio, i quali stavanno effettuando delle valutazioni rispetto alla possibilità di una riduzione del costo della Tari.

La differenziata va a "singhiozzo", cittadini furibondi contro il Comune

Il burocrate è chiarissimo, spiegando che "il progetto è stato strutturato per servire nove comuni nell'ambito del territorio provinciale di Agrigento, senza però tener conto delle realtà locali e sociali anche in termini, ad esempio, di orografia dei luoghi". Quindi tutto nei fatti si scontra frontalmente con le difficoltà derivanti, ad esempio, dalla struttura della città, che è molto "frastagliata" e con quartieri molto lontano tra loro. Questo comporta evidentemente non solo disservizi per i cittadini, ma anche problemi nel far funzionare il sistema e mantenere bassi i costi. "Solo dopo un adeguato periodo di avviamento del servizio possono comprendersi quali sono le effettive criticità riscontrate per successivamente farle proprie ed adeguare il progetto con apposite varianti", assicura ancora il funzionario. Ma nel frattempo?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo appalto dei rifiuti? "Non tiene conto delle realtà locali"

AgrigentoNotizie è in caricamento