rotate-mobile
Cronaca

Una discarica in zona archeologica, la denuncia di "Mani libere"

Montagne di rifiuti giacciono un'area chiusa al transito alle spalle del cimitero di Bonamorone, in pieno Parco archeologico e nei pressi di fortificazioni greche

Una discarica abusiva in piena area archeologica, con la presenza, anche, di contenitori comunali destinati alla raccolta di materiale differenziato. Tutto questo accade a Bonamorone, alle spalle del cimitero, in una zona adiacente al muro perimetrale, una stradella che conduce anche ad una zona di beni archeologici di grande importanza, anche se poco noti, come il baluardo a tenaglia di Porta I .

"Questo è quello che si incontra scendendo lungo la strada che costeggia il muro di recinzione del cimitero di Bonamorone - si legge nel post del comitato 'Mani Libere' - adiacente il lato nord del cimitero lato chiesa di San Biagio, discarica con annessi scarrabili posizionati dal Comune. Il resto - continua il post - lo lasciamo alla vostra immaginazione, ma una domanda sorge spontanea: su quali dati viene effettuata la percentuale della differenziata ad Agrigento?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una discarica in zona archeologica, la denuncia di "Mani libere"

AgrigentoNotizie è in caricamento