Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Villaggio Mosè

Rifiuti abbandonati per strada, "incivile" bloccato all'alba in via Dei Fiumi

La task force, composta dalla polizia municipale, una volta identificati i nuovi sporcaccioni hanno elevato multe da 600 euro a testa

E' "guerra" aperta, ormai. E quotidianamente vengono combattute delle vere e proprie "battaglie" contro gli incivili. La task force - composta dalla polizia municipale, con in testa il comandante Gaetano Di Giovanni, e dagli operatori ecologici - ieri ha setacciato i rifiuti lasciati abbandonati, a formare delle mini-discariche, in via Dei Fiumi, in via Magellano, in viale Leonardo Sciascia e lungo tutte le traverse.

La procedura ormai ben collaudata ha permesso si "incastrare" sei agrigentini, ai quali sono state elevate sanzioni amministrative da 600 euro a testa. L'ultimo in ordine di tempo, proprio in via Dei Fiumi. L'uomo all'alba di oggi è stato bloccato. L'agrigentino ha abbandonato i rifuti intorno alle 5 del mattino. Ad intercettarlo è stato la polizia municipale, per l'ui una multa di 600 euro. 

Inoltre, rovistando fra i sacchetti sparpagliati della spazzatura, sacchetti gettati sul ciglio della strada, i netturbini e i vigili urbani sono riusciti a ritrovare degli scontrini con tanto di codice fiscale in evidenza e delle ricette mediche. Non c'è naturalmente voluto molto per risalire ai "proprietari" dell'immondizia. E una volta identificati, è stata formalizzata la multa da 600 euro. Il dato degli "incivili" pizzicati dunque sale. E anche in maniera vertiginosa. Sono infatti 18 gli agrigentini identificati e sanzioni nell'arco di una decina di giorni.

Ma non è finita. I controlli andranno avanti anche nella giornata di oggi e dureranno finché non si riuscirà a sradicare la terribile abitudine di sbarazzarsi maldestramente dei rifiuti, gettandoli per strada. Fra il Villaggio Mosè e San Leone - così come era anche accaduto a Villaseta e Monserrato - il crescendo di sacchetti di rifiuti abbandonati per strada coincide, temporalmente, con l'avvio del nuovo servizio di raccolta differenziata. Un cambiamento di modo di vivere che pare che ad alcuni non sembra voler andare affatto giù. Ed ecco, dunque, che prevenzione e repressione stanno andando di pari passo per cercare di "educare" a quella che è una vera e propria rivoluzione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti abbandonati per strada, "incivile" bloccato all'alba in via Dei Fiumi
AgrigentoNotizie è in caricamento