rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Lanciatori seriali di rifiuti, scatteranno le denunce per danno all'immagine

Le multe da 600 euro, elevate dalla polizia municipale che utilizza oltre alle auto civetta anche delle telecamere nascoste, continuano a fioccare. Ma non sembra bastare

La raccolta differenziata cresce. In città però, sia in centro che in periferia, regna - ed è sotto gli occhi di tutti - il degrado urbano. Degrado determinato dalle piccole e grandi discariche a cielo aperto. Immondezzai che stanno danneggiando l'immagine - specie in un momento in cui Agrigento è invasa dai turisti - della città.

Cresce la raccolta differenziata, raggiunto il 61,93 per cento  

Le multe da 600 euro, elevate dalla polizia municipale che utilizza oltre alle auto civetta anche delle telecamere nascoste, continuano a fioccare. Ma non sembra bastare. Ed è anche per questo motivo che l’amministrazione comunale ha chiesto all’ufficio legale di palazzo dei Giganti se è possibile o meno procedere anche con delle denunce penali per danno all’immagine. La prospettiva è dunque – se dall’ufficio legale arriverà l’ok – di denunciare alla Procura quanti verranno sorpresi a gettare, lanciatori seriali o meno, sacchetti di rifiuti per strada.

“Rimane da vincere – ha confermato il sindaco Lillo Firetto - la lotta ad una aliquota di incivili che abbandonano indiscriminatamente rifiuti indifferenziati. Ciò è di grave nocumento all’immagine della città in un tempo in cui stiamo accogliendo flussi turistici che non hanno precedenti per proporzioni”. Per vincere la “guerra” la soluzione – al momento soltanto ventilata da coloro che sono ben informati sui movimenti dell’amministrazione comunale – è quella dell’eventuale denuncia penale.

Se l'ufficio legale darà l'ok, la polizia municipale procederà. E lo farà in silenzio. Ossia senza annunciare prima che è stata trovata un'altra strada da percorrere per la repressione degli incivili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciatori seriali di rifiuti, scatteranno le denunce per danno all'immagine

AgrigentoNotizie è in caricamento