rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Tribunale / Sciacca

Ricoverato per colica renouretale, muore per choc ipovolemico: Asp condannata a pagare anche in appello

L'azienda sanitaria provinciale ha deciso di fare ricorso in Cassazione ed ha anche presentato istanza di sospensione dell'efficacia esecutiva della sentenza di secondo grado

I familiari chiedevano un risarcimento danni da 901.800 euro. In primo grado, il tribunale di Sciacca ha condannato l'azienda sanitaria provinciale al risarcimento complessivo, in favore di più familiari, di 877.751 euro. L'Asp ha impugnato la sentenza dinanzi alla Corte d'appello che ha però rigettato, condannando l'Asp alla refusione di ulteriori spese legali. L'Asp di Agrigento, adesso, ha deciso di fare ricorso in Cassazione ed ha anche presentato istanza di sospensione dell'efficacia esecutiva della sentenza di secondo grado. E la seconda sezione civile della Corte d'appello di Palermo ha sospeso l'efficacia esecutiva della sentenza limitatamente agli importi eccedenti un decimo di quelli complessivamente dovuti. 

"Neonato morì subito dopo il parto", famiglia chiede risarcimento da oltre un milione di euro

Era il 22 luglio del 2009 quando un uomo veniva ricoverato all'unità operativa di Chirurgia dell'ospedale "Giovanni Paolo II" di Sciacca per una colica renouretale destra. Le condizioni cliniche si sono subito aggravate tanto da provocarne il decesso per choc ipovolemico. Il 22 novembre del 2010, gli eredi del defunto hanno citato l'Asp di Agrigento dinanzi al tribunale di Sciacca per ottenerme l'accertamento e la dichiarazione di responsabilità nella causazione dell'evento.   

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricoverato per colica renouretale, muore per choc ipovolemico: Asp condannata a pagare anche in appello

AgrigentoNotizie è in caricamento