rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
La sentenza

Immobili costruiti prima della legge Galasso del 1985? Il Tar conferma: non sono abusivi

I giudici si sono pronunciati nel merito e hanno confermato l’illegittimità delle sanzioni paesaggistiche applicate prima dell’apposizione del vincolo

Due agrigentini, proprietari di un appartamento e di 2 magazzini, hanno vinto il ricorso al Tar per l’annullamento delle sanzioni paesaggistiche emesse dal Dipartimento dei Beni culturali e dell’Identità siciliana.

In sostanza i ricorrenti, rappresentati dagli avvocati Gaetano e Vincenzo Caponnetto, hanno dimostrato che la realizzazione degli immobili in questione risaliva ad epoca antecedente all’anno 1983 e dunque prima dell’apposizione del vincolo paesaggistico avvenuta con l’entrata in vigore della legge dell’8 agosto 1985, la cosiddetta “Legge Galasso”.

Il Tribunale amministrativo regionale ha così ripercorso l’evoluzione giurisprudenziale in materia, sfociata con la sentenza numero 75 del 2022 della Corte Costituzionale, in ordine al tema delle sanzioni amministrative applicate dal Dipartimento regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana a numerosi proprietari di immobili realizzati senza il necessario titolo abilitativo. È ormai consolidato, infatti, l’orientamento giurisprudenziale secondo cui l’apposizione del vincolo paesaggistico, funzionalmente distinto dal vincolo archeologico, in zona B della Valle dei templi, è avvenuta in forza non già del “Codice dei beni culturali e del paesaggio”, bensì della citata “Legge Galasso”.

Alla luce tali principi deriva il fatto che, nello specifico caso in esame, all’epoca della realizzazione e ultimazione della costruzione abusiva l’area non era soggetta a vincolo paesaggistico che è perciò sopravvenuto in un secondo.

Il Tar ha pertanto accolto il ricorso presentato dai 2 agrigentini annullato i provvedimenti impugnati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immobili costruiti prima della legge Galasso del 1985? Il Tar conferma: non sono abusivi

AgrigentoNotizie è in caricamento