menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Santino Farruggia

Santino Farruggia

Raffadali, ricorso per il premio di maggioranza: il Tar lo rigetta e lo giudica inammissibile

I ricorrenti Santino Cuffaro Farruggia, Fabio Sciabica e Gaetano Di Giovanni, assistiti dall'avvocato Giovanni Iacono Manno, contestavano, in sostanza, l'attribuzione del premio di maggioranza alla coalizione risultata vincente

Il Tribunale amministrativo regionale di Palermo ha giudicato in parte inammissibile e rigettato per la restante parte, un ricorso presentato da alcuni esponenti politici e candidati nelle liste del centrodestra alle recenti elezioni amministrative di Raffadali. I ricorrenti Santino Cuffaro Farruggia, Fabio Sciabica e Gaetano Di Giovanni, assistiti dall’avvocato Giovanni Iacono Manno, contestavano, in sostanza, l’attribuzione del premio di maggioranza alla coalizione risultata vincente, guidata dall’attuale sindaco Giacomo Di Benedetto, chiedendo, di contro, una nuova attribuzione dei seggi consiliari.

Nel ricorso si sosteneva che la percentuale del 40 percento, utile per la coalizione vincente, per ottenere il premio di maggioranza, andava calcolata sul totale delle liste concorrenti nella coalizione e non riferita solamente alle liste che avevano superato lo sbarramento del 5 percento e che quindi avevano ottenuto almeno un consigliere. Il Tribunale ha quindi giudicato corretta l’attribuzione dei seggi in Consiglio, lasciandone la composizione del tutto inalterata. Il Tar ha, infine, condannato i ricorrenti al pagamento della somma di 3mila euro per le spese processuali. Ad assistere il Comune di Raffadali è stato l’avvocato Girolamo Rubino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento