Nuovo ricorso "bussa" alle casse del Comune, ma le somme sono top secret

Da alcuni giorni è cambiato il modo di realizzare le delibere che vengono pubblicate sull'albo pretorio: in molti casi sono scomparsi importi e circostanze

(foto ARCHIVIO)

Nuovi problemi in vista per le casse del Comune di Agrigento. L'ente si è infatti costituito in giudizio attraverso il proprio ufficio legale per resistere ad un ricorso presentato dalla Banca Farmactoring Spa, "cessionaria dei crediti per interessi moratori che i fornitori del Comune di Agrigento hanno maturato nei confronti dell’ente". A questo istituto fanno capo, tra gli altri, i fornitori di servizi a rete o di illuminazione pubblica eccetera.

Con atto di citazione risalente al 18 febbraio, il privato ha citato l'ente davanti il tribunale di Agrigento per "chiedere di accertare e dichiarare che la stessa è creditrice nei confronti del Comune di Agrigento". Soldi che, dice il Municipio, in realtà sono stati già pagati.

Sarà adesso un giudice, quindi, a decidere. Ma di quanti soldi stiamo parlando? La risposta è solo una, perentoria: boh. E questo perché la proposta di delibera non cita importi di sorta. Per quanto ne sa il cittadino, insomma, potremmo esserci costituiti in giudizio per pochi euro. Così, certamente, non sarà. Però ci si chiede come mai, ormai da un po' di tempo, queste proposte di deliberazione sembrano essere diventate stranamente generiche. Vale, ad esempio, per le richieste di risarcimento avanzate da cittadini che magari sono caduti a terra a causa di una buca. Fino ad un paio di mesi fa gli atti contenevano tutti i dettagli di sorta: oggi, misteriosamente, non si parla più di soldi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una svolta "zen" degli uffici che ha un collegamento con l'attività dei giornalisti? Vogliamo sperare di no. Siamo certi (?) che dietro questa scelta di "riservatezza" (in atti pubblici) non abbia nulla a che vedere con gli articoli che poi, i pochi cronisti che "pattugliano" gli albi pubblici dell'Ente producono raccontando ai lettori quanto in realtà dovrebbe essere già a conoscenza di tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento