menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Favori in carcere a Cuffaro", Procura di Roma chiede proroga indagini

La Procura di Roma ha chiesto una proroga di 6 mesi delle indagini nei confronti del sottosegretario allo Sviluppo economico Simona Vicari in una inchiesta in cui le si contesta il reato di falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici e relativa alla vicenda delle visite nel carcere di Rebibbia all'ex presidente della Regione Sicilia Totò Cuffaro

La Procura di Roma ha chiesto una proroga di 6 mesi delle indagini nei confronti del sottosegretario allo Sviluppo economico Simona Vicari in una inchiesta in cui le si contesta il reato di falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici e relativa alla vicenda delle visite nel carcere di Rebibbia all’ex presidente della Regione Sicilia Totò Cuffaro.

Indagini che coinvolgono altri politici, tra gli altri, il senatore Gal Giuseppe Ruvolo che si è comunque detto «fiducioso nel lavoro della Magistratura».

Sarebbero almeno cinque i politici siciliani indagati dalla Procura antimafia di Roma per favoreggiamento aggravato nei confronti di Totò Cuffaro.

Assieme a Ruvolo e Vicari, alfaniana dell'Ncd, avrebbero ricevuto un avviso di garanzia Giuseppe Firrarello, senatore forzista fino alla scorsa legislatura, potente collettore di voti nel Catanese, condannato in primo grado a due anni per corruzione e e turbativa d'asta, Pippo Gianni, ex deputato nazionale che militato nell'Udc, in FI, nel Pid, e ha un seggio nell'assemblea regionale siciliana con il Centro democratico di Bruno Tabacci, Salvo Fleres, deputato azzurro poi passato con Forza del Sud di Gianfranco Miccichè, e tra i "fuori regione" Cinzia Bonfrisco, ex berlusconiana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento